Comunicato stampa assessore Iadanza

Anche al solo scopo di fornire ai cittadini un quadro di serena ed oggettiva valutazione dello stato di cose, bisogna partire da un dato che appare, purtroppo, ineludibile: il commercio cittadino è evidentemente in difficoltà. Omettendo, come fa anche il consigliere Ucci, di analizzare le ragioni di carattere generale legate alla crisi dei consumi e alla ridotta capacità di spesa delle famiglie, non posso che essere d’accordo con il sindaco quando sottolinea gli errori di programmazione commerciale realizzati negli anni sul territorio di Benevento. Innanzitutto, è di conclamata evidenza il fatto che la città non poteva e non doveva sopportare l’insediamento di più centri di grande distribuzione. Lo avrebbero dovuto suggerire le cifre e le previsioni economiche, nonché i dati demografici. Ma soprattutto, se risponde al vero che la struttura dove ‘I Sanniti’, rientra nella categoria GACP, va anche detto che non è stata frutto del Governatore Bassolino l’idea di insediare nel centro della città quella struttura, ad una distanza di solo qualche minuto a piedi dall’Arco di Traiano, il che come deve ammettere anche il consigliere Ucci ha penalizzato i commercianti storici del centro. Quella decisione è stata non corretta, probabilmente frutto di logiche che non hanno tenuto nel giusto conto i destini del commercio cittadino e che non hanno opportunamente valutato il fatto che sul territorio erano già preesistenti numerose medie strutture.Quindi per bilanciare il peso che un’altra grande struttura avrebbe esercitato sul comparto, andava quantomeno immaginata un’altra ubicazione. Il risultato ottenuto è stato il depauperamento del tessuto commerciale storico e l’assenza contemporanea di un’attrazione esercitata sui centri limitrofi, unica soluzione capace di mantenere alto il livello di fruizione del nuovo ipermercato. Questi sono i problemi che oggi l’amministrazione comunale è chiamata ad affrontare, e qualunque prospettiva politica si utilizzi non si può negare che siamo di fronte a criticità, accentuate dalla crisi economica attuale, ma frutto di scelte passate.Per quanto riguarda, invece, le azioni necessarie al rilancio del comparto produttivo, come Ucci converrà, senza alcuna demagogia, trovare soluzioni efficaci ed immediate non è certamente possibile. Bisogna rilanciare la città nel suo insieme per rilanciarne l’economia, e quindi il commercio. Servono politiche di settore, serve una seria attività di promozione, ma bisogna agire anche sul lato dell’appetibilità complessiva del sistema cittadino. Serve che vengano sul territorio potenziali acquirenti, magari promuovendo le nostre specificità culturali e d’accoglienza. E’ necessario che la città di Benevento sia veicolata nei circuiti di promozione turistica non localistici. Bisogna mettere in campo una strategia che non serva solo a tamponare le falle ma che persegua un obiettivo di fondo. Questa amministrazione lo sta facendo e sono sicuro che per l’onestà intellettuale che lo contraddistingue anche Ucci se ne sta accorgendo. Assessore Attività ProduttivePietro Iadanza

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here