Concorso d’idee logo per il Piano Strategico, premiati i vincitori

Il sindaco di Benevento, Fausto Pepe, l’assessore ai Programmi di sviluppo nel quadro strategico comunitario 2007/2013 del Comune di Benevento, Cosimo Lepore, l’assessore ai Lavori Pubblici, Aldo Damiano ed il dirigente ai Programmi Complessi del Comune di Benevento, Angelo Mancini hanno premiato i vincitori esponendo le motivazioni adottate dalla Commissione esaminatrice. Delle 113 proposte avanzate, 84 sono risultate idonee ed hanno avuto quindi accesso alla fase di valutazione e sottoposti al giudizio della Commissione Giudicatrice.Al termine dell’esame degli elaborati, è stata stilata la graduatoria dei vincitori, limitata ai primi 5 classificati, e delle quattro proposte meritevoli di menzione.I 4 elaborati giudicati degni di menzione sono stati realizzati da:Daniele Sauchelli (Benevento): “per la capacità di sintetizzare in pochi segni le duplici potenzialità dell’economia del nostro territorio: quella legata alla terra e quindi alla tradizione, e quella legata al progresso garantito dalle nuove tecnologie”.Hermann Franchini (Benevento): “perché ha saputo concentrare, con segni di grande semplicità, il dinamismo dello strumento di pianificazione che il logo vuole identificare”.Anna Terracciano (Marigliano – NA): “per il grande rigore con cui ha saputo coniugare segni che schematizzano la forma della città, le sue memorie ed i suoi valori”. Beatrice Di Vito (Frosinone): “perché è riuscito a trasferire suggestioni legate al passato della città in segni di grande contemporaneità e forza comunicativa”.I primi 5 classificati sono: 1° : Giuseppina De Luca (Benevento): “perché la saputo individuare il più antico ed il più rappresentativo elemento morfologico del nostro territorio, contemporaneamente il più fragile ed il più vitale, trasformandolo in un segno di grande efficacia e coerenza con il tema assegnato. Il sistema dei fiumi, a cui il felice pittogramma riconduce, fonte di ricchezza e di naturale difesa, è certamente la ragione stessa dell’insediamento di popoli preistorici, della fondazione della città sannita ed oggi risorsa centrale di tutta la programmazione strategica.Il logo esalta, con ottimismo e grande forza di sintesi, la principale identità di questa città, quella capace di “traghettarla” nella riconquista della sua antica nobiltà”.2°: Simone Piresti (Roma): “per il notevole rigore compositivo di segni in grado di offrire molteplici riferimenti e suggestioni, senza perdere efficacia e semplicità”.3°: Daniele Borin (Vicenza): “per la scelta grafica basata su una forte astrazione di elementi naturali riconoscibili nell’equilibrio dei segni”.4°: Alessio Zuzolo (Benevento): “per l’utilizzo di segni che evocano una crescita del territorio attenta alle proprie risorse naturali ed alle energie rinnovabili”.5°: Viviana Farinelli (Ortona -CH): “per la raffinatezza di una ricerca grafica che ha saputo reinterpretare in chiave contemporanea antiche scritture dei popoli italici”.Tutti gli 84 elaborati saranno esposti in una mostra allestita a Palazzo Paolo V, inaugurata subito dopo la premiazione, che sarà visitabile nei prossimi due fine settimana, fino a fine mese, dalle ore 17 alle 20.

ARTICOLI CORRELATI