Corruzione: appello Montante, legale parte civile ‘coraggiosa la gup che condannò l’imprenditore’

Caltanissetta, 21 gen. (Adnkronos) – “La gup Graziella Luparello è stata coraggiosa con la sua sentenza nei confronti di Antonello Montante”. A dirlo in aula, durante la discussione nel processo d’appello a carico dell’ex presidente degli industriali siciliani Antonello Montante, accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo a sistema informatico, è l’avvocato Mirko La Martina che rappresenta l’ingegner Pietro Di Vincenzo, parte civile. Di Vincenzo si ritiene vittima dell’imprenditore di Serradifalco, con accessi al sistema informatico, ma anche con una campagna denigratoria che fece scattare la misura di prevenzione e la confisca dell’ingente patrimonio.

In primo grado Montante, assente, era stato condannato dalla gup Graziella Luparello, oggi citata dalla difesa di parte civile, a 14 anni di carcere.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here