E’ l’ora della verità: al Vigorito si decidono i playoff

Finale di ritorno tra Benevento e Carpi con i padroni di casa che hanno due risultati su tre per ottenere la promozione.

Tutto in una notte. Benevento e Carpi si affrontano giovedì sera con un unico obiettivo: la Serie A. Per i padroni di casa sarebbe il coronamento di un sogno, un traguardo storico che verrebbe raggiunto alla prima partecipazione in B della storia giallorossa. Per gli emiliani invece sarebbe un ritorno immediato nella massima divisione dopo la retrocessione. Insomma, le motivazioni ci sono e sono altissime. Il Benevento potrà contare, oltre che sul calore dei propri tifosi che invaderanno il Vigorito, sul vantaggio acquisito in campionato che permetterebbe ai sanniti di accontentarsi di due risultati su tre alla luce dello 0-0 dell’andata. Il regolamento infatti prevede che, in caso di pareggio, sia la migliore piazzata in campionato ad ottenere la promozione, senza supplementari o rigori in caso di x nei regolamentari. Non vale la regola europea per cui, in caso di risultato aggregato di pareggio, i gol in trasferta valgono doppio.

Capitolo formazioni – Dovrebbe partire dalla panchina Lasagna, non al meglio fisicamente, con Mbakogu titolare assistito da Lollo. Rientrano Struna e Gagliolo dalla squalifica con il primo in ballottaggio con Sabbione sulla corsia di destra. Baroni invece deve fare a meno di Falco e Melara, fermati dal giudice sportivo, ma il Benevento si affiderà ad altri 3 ex Reggina nei punti nevralgici del campo: Lucioni in difesa, Viola a centrocampo e, soprattutto, al rientrante Ceravolo in attacco.

I precedenti segnalati da Football Data – Nei 2 precedenti al “Vigorito” si registra 1 successo per parte: 3-0 giallorosso nella Serie B ConTe.it 2016/17 ed 1-0 biancorosso nella I Divisione Lega Pro 2011/12. Baroni conduce 3-2 su Castori nelle 7 sfide tecniche ufficiali, in bilancio anche 2 pareggi. E’ la 12° finale playoff nella storia della B: 8 volte su 11 precedenti è salita in A la squadra che giocava in casa la gara di ritorno, 3 quella che giocava in trasferta (Sampdoria 2011/12, Cesena 2013/14 e Pescara 2015/16). Le 3 finali terminate 0-0 all’andata, hanno visto sistematicamente salire in serie A chi giocava in casa al ritorno: Brescia 2009/10, Novara 2010/11 e Bologna 2014/15. Le squadre si annunciano in grande forma: Benevento imbattuto da 8 partite, inclusa la parte finale di regular season, Carpi da 9 e che non prende gol da 293’. Dirige Pasqua di Tivoli (Roma): 1 vittoria ed 1 sconfitta nei 2 precedenti con i sanniti, 6 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte nei 15 match con gli emiliani.

Fischio d’inizio alle 20,30 al Vigorito.

Probabili formazioni:

Carpi (4-4-1-1): Belec, Struna, Romagnoli, Gagliolo, Letizia, Jelenic, Mbaye, Bianco, Di Gaudio, Lollo, Mbakogu. All. Castori.

Benevento (4-2-3-1): Cragno, Venuti, Camporese, Lucioni, Lopez, Chibsah, Viola, Puscas, Eramo, Cissè, Ceravolo. All. Baroni.

Arbitro: Pasqua.

Diffidati: Chibsah, Cragno, Eramo, Gyamfi, Lucioni, Matera, Viola (Benevento); Belec, Bianco, Concas, Jelenic, Letizia, Lollo, Mbaye, Poli (Carpi).

Squalificati: Falco, Melara (Benevento).

legab

ARTICOLI CORRELATI