ENRICO PINTO APRE LA NUOVA STAGIONE DEL MUSEO ARCOS

 

 

La Mostra “… i primi giorni della Creazione” opere pittoriche e “… sulle Favole di Leonardo da Vinci“ incisioni di Enrico Pinto che, in questa seconda parte del 2021, apre il nuovo Cartellone del Programma delle iniziative del Museo Arcos di Benevento – Sezione Arte contemporanea, per la Direzione artistica di Ferdinando Creta, presenta al visitatore tutte intere, sia la sensibilità, sia la potenza espressiva dell’artista, peraltro esaltate dallo splendido fondale degli spazi espositivi.

A cura di Luisa Chiumenti, dal 25 agosto al 24 ottobre 2021, la mostra di Pinto che, nella sua ampia produzione artistica, ha attraversato l‘intero arco delle arti visive: dalla pittura alla ceramica, dall’incisione alla oreficeria: alcuni suoi gioielli sono stati acquisiti nel 2007 dal Museo degli Argenti di Palazzo Pitti a Firenze, risponde – come scrive il Presidente Di Maria in catalogo – a una vivacità culturale e un’apertura verso nuovi orizzonti che l’Amministrazione attiva alla Rocca dei Rettori ha sempre apprezzato e cercato – nei limiti del possibile – di favorire.

Artista completo Pinto si è interessato anche alla Fiber Art, realizzando con Cecilia Natale lavori “a quattro mani“,esposti a Roma al Museo Nazionale di Catel Sant‘Angelo nel 2009 e ai Musei di Villa Torlonia. Casetta delle Civette nel 2013.

Se uno dei primi atelier di Pinto  è stato a Roma a `Villa Strohl-Fern`, dove ha fatto parte di quel noto gruppo di amici che si riunivano nello Studio di Manfredi Lanza, oggi è la campagna romana ad accopglierlo, ad Isola Farnese,  fra alberi d‘alto fusto, fiori e arbusti di cui si occupa personalmente e da cui certamente riceve quell‘afflato speciale che lo porta a penetrare nei singoli aspetti di ciò che lo circonda per scrutarne l‘essenza primigenia, la vera, intrinseca  struttura  e  disvelare poi le forme geometriche della Natura. Circa un centinaio di opere vengono esposte negli spazi molto suggestivi che si aprono fra le volte del museo Arcos.

Sono queste, infatti, le basi del suo studio sulla “Genesi e i Primi giorni della Creazione“, che rappresentano la sua produzione attuale, sulla scia di quella straordinaria capacità evocativa con cui l‘artista si espresse nelle incisioni all‘acquaforte, bulino e puntasecca delle Favole di Leonardo, presentate nel 2019 a Milano, in una grande mostra al Palazzo Sormani.

La straordinaria padronanza nelle varie tecniche, conferisce alla sua creatività quella sorta di “libertà“ che fa sì che dalla parola scaturisca l‘immagine in modo che l‘eccezionalità dell‘assunto si sveli attraverso un forte accento figurativo. Sull‘astrazione di uno sfondo sfumato che sia la terra o l‘acqua o il firmamento, fa scaturire l‘essere vivente: dai pesci, agli uccelli, fino all‘uomo che s‘incammina in attesa del suo futuro.

Pinto, al di là dell’essere artista, è un creativo straordinario nell’accezione beuysiano di cretività, ovvero “la libertà di essere uomini inventivi e di vivere creativamente la vita nella consapevolezza della potenzialità che abbiamo di plasmare il sociale affrontandone i problemi”

 

INAUGURAZIONE 25 AGOSTO 2021 – ORE 11,00

 

Per info e contatti:

Direzione Museo Arcos

ferdinando.cretaeniculturali.it

Strategie per la comunicazione:

[email protected]

[email protected]

 

 

Si allegano le fotografie:

“Il càos“, Tecnica a tempera – Copertina del catalogo.

“La luna“,  Incisione all’acquaforte

“L’inganno del serpente“, Ferro e lana – Lavoro a quattro mani

Museo Arcos

Corso Garibaldi

83100 Benevento

aperto dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 18.30

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here