Fase 3: Sala, ‘non preoccupato per no invito a Stati generali ma competenza conta’


Milano, 17 giu. (Adnkronos) – “Conte ha invitato una rappresentanza dei sindaci e quindi per noi e soprattutto per la mia parte politica c’è stato il presidente di Anci che è il sindaco di Bari, poi c’era la Raggi, per me non è una preoccupazione non essere stato invitato. Dico che io magari esagero quando mi faccio paladino della competenza e dell’esperienza, a volte sono anche un po’ sgradevole, ma la competenza conta”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ospite di Porta a Porta, interviene sugli Stati generali e sulla sua assenza.

“Il mio dubbio su questi Stati generali è uno e preciso. Avendone fatti tanti, magari chiamati in altro modo, sia come manager che come politico, tu puoi farli in due modi: hai la tua piattaforma pronta e definita e chiami gli altri intorno al tavolo a discuterla ed eventualmente a criticarla, il secondo modo è chiami tutti intorno al tavolo e dici discutiamo di cosa serve al nostro Paese. Se si sta utilizzando la seconda modalità è oggettivamente più rischioso, tanto è vero che il presidente Conte sta dicendo poi a settembre vedremo il piano”, spiega il primo cittadino nel suo intervento che andrà in onda.

“Conte è l’allenatore della squadra, anche della mia, e sa lui cosa serve”, conclude Sala.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here