Fi: Gasparri, ‘noi siamo centro del centrodestra e non centro ovunque’

Gaeta, 10 set. (Adnkronos) – “Berlusconi sarà un componente permanente della politica italiana. Così come lo è stato De Gaulle, e gollisto lo è anche Sarkozy, che ha scritto un brutto libro. Ha offeso Berlusconi e noi non ce lo dimenticheremo, perché non facciamo sconti”. Lo ha detto Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia e vicepresidente dell’aula di palazzo Madama, intervenendo sul palco di Azzurra Libertà, la kermesse del movimento giovanile del partito a Gaeta.

“Noi siamo il berlusconismo. Noi siamo il centro del centrodestra e non il centro ovunque: senza di noi il centrodestra non c’è. Noi siamo europeisti, ma europeisti in piedi, perché siamo soprattutto italiani e siamo Forza Italia – ha precisato -. Il berlusconismo porta pace tra i popoli, è portare avanti quella politica che oggi Tajani e pochi altri nel mondo portano avanti con dignità. Altri sanno solo alimentare focolai di guerra e di contrasti. Berlusconi è stato il più grande pacifista: non ho mai visto un leader politico più amante della pace”.

“Il provvedimento per Caivano è una cosa giusta. Noi siamo per la cultura della prevenzione e del recupero, noi vogliamo dare a quei ragazzi più lavoro e meno droga. Gli altri gli vogliono dare pistole e reddito di cittadinanza: questa è la differenza tra noi e la sinistra. Prima si commuovono, poi il giorno dopo se c’è un provvedimento del governo non va bene”, ha detto ancora Gasparri che poi ha concluso con un ulteriore attacco alle opposizioni: “Noi non abbiamo niente a che fare con i gomorristi della sinistra. Ci chiedono: ‘Che fine farà Forza Italia?’. A quelli che ci fanno questa domanda rispondo ‘ma che fine farai tu?’. Non si sa che fine faranno, professionalmente e politicamente. Il futuro di Forza Italia siete voi giovani”.

ARTICOLI CORRELATI