GUARDIA DI FINANZA: FERRAGOSTO. INTENSIFICAZIONE DEI CONTROLLI DI POLIZIA ECONOMICO-FINANZIARIA IN CAMPANIA.

Nove unità navali, due elicotteri ed oltre 500 finanzieri sono stati complessivamente dispiegati nella Regione, per garantire la sicurezza economica dei cittadini ed il presidio di porti ed aeroporti.Già dalle ultime settimane sono stati intensificati gli interventi che hanno riguardato sia le attività tipiche della funzione di polizia economica e finanziaria sia le misure di vigilanza, nel ruolo di concorso con le altre Forze di Polizia, per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica. Negli ultimi due mesi, l’attività dei finanzieri è stata orientata, principalmente, al contrasto dei fenomeni dell’evasione fiscale e del sommerso di lavoro, soprattutto nel comparto turistico-alberghiero (affitti vacanze, bed and breakfast, agriturismi, stabilimenti balneari, ristoranti, pizzerie, discoteche ecc.). Gli interventi ispettivi hanno fatto registrare un’elevata percentuale del numero di interventi conclusisi con la constatazione di violazioni all’obbligo di emissione di scontrini/ricevute fiscali – riscontrate nel corso di controlli “a massa” svolti negli ultimi giorni -, sia per quanto riguarda le attività di ristoranti, pizzerie e discoteche (40%) che per gli stabilimenti balneari (35%).Proprio nei confronti di quest’ultimi, nella sola giornata di lunedì 13 agosto, lungo tutta la costa campana, sono stati eseguiti 269 controlli, conclusisi con la constatazione di 66 violazioni all’obbligo di emissione di scontrini/ricevute fiscali, nonché con la scoperta di 3 evasori totali, 89 lavoratori in nero/irregolari, 4 parcheggiatori abusivi e la denuncia di 5 soggetti per occupazione abusiva di aree demaniali.Al riguardo è da sottolineare che i controlli svolti nelle principali località turistiche della Campania, anche mediante l’impiego di mezzi navali ed aerei, hanno, altresì, consentito di acquisire elementi – come il possesso di lussuose auto ed imbarcazioni, sovente intestate a società estere di comodo ovvero anche a prestanomi – indicativi di un elevato livello di capacità contributiva. Successivamente, tali informazioni saranno sistematicamente sviluppate per accertare la congruità con i redditi dichiarati in capo agli effettivi possessori di tali beni.Anche al fine di garantire una maggiore sicurezza a mare, sono state incrementate le operazioni di vigilanza del Reparto Operativo Aeronavale di Napoli – 525 missioni nei primi sette mesi di quest’anno – nel corso delle quali sono stati verbalizzati 453 soggetti ed accertate 382 violazioni in materia ambientale, al codice della navigazione e legislazione sulla pesca. Quindici le persone tratte in salvo in situazioni di pericolo in mare nelle acque della Campania.

ARTICOLI CORRELATI