Incendio nel Beneventano: Arpac, parametri nella norma. Forte vento favorirà dispersione inquinanti. FOTO-VIDEO

È entrato in funzione nella serata di ieri il campionatore ad alti volumi di aria che i tecnici del dipartimento Arpac di Benevento hanno posizionato nei pressi del sito colpito dall’incendio nell’area industriale di Airola. Stamattina, si legge in una nota, la direzione tecnica dell’Agenzia (UOC Reti di monitoraggio e Centro meteorologico e climatologico) ha esaminato il quadro complessivo dei dati meteo e di qualità dell’aria disponibili, riferiti alla giornata di ieri. “In tutta l’area interessata le stazioni della rete di monitoraggio della qualità dell’aria non hanno registrato superamenti dei limiti di legge in nessuno dei parametri normati. In concomitanza con l’incendio alcune stazioni, per le quali si dispone del dato orario, hanno fatto registrare per alcune ore un significativo aumento della concentrazione del particolato – si spiega – In particolare nella stazione che si trova presso il Museo Nazionale di Napoli. È importante osservare che i temporanei aumenti della concentrazione oraria del particolato si registrano anche, e non di rado, in altre situazioni in assenza di incendi, per cui il legame tra questi temporanei aumenti e l’incendio di Airola, ancorché possibile, non è comunque certo. La ventilazione sostenuta da grecale continuerà per tutta la giornata di oggi, favorendo la dispersione degli inquinanti”.

Ascoltiamo le interviste realizzate da Alfredo Salzano al direttore prov.le dell’Arpac Elina Barricelli e Gianluca Scoppa, dirigente Arpac Benevento.


ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here