L’Appia antica, la Regina viarum è pronta a diventare patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco. 

Alla fine ce l’ha fatta: l’Appia antica, la Regina viarum è pronta a diventare patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco.

Dopo anni di raccolte di firme, che ha visto protagonista e in prima linea il Club per l’Unesco di Benevento, sotto la volitiva presidenza di Paola Cecere, dopo un lungo e selettivo iter procedimentale e il solerte supporto di tutti gli uffici del Ministero dei Beni Culturali competenti per i diversi territori, la candidatura seriale di uno dei più grandi «camminamenti europei» è stata appena ufficializzata.

Il presidente Achille Mottola, il consiglio direttivo e i soci tutti del Club per l’Unesco di Benevento, mentre esprimono il più vivo compiacimento e la più piena soddisfazione per la prestigiosa candidatura che tocca la Città di Benevento e molti centri del Sannio, s’impegnano a sostenere con strenuo impegno lo step successivo dell’agognato riconoscimento, coinvolgendo gli enti, le istituzioni e gli esponenti della società civile interessati (Comuni, istituzioni scolastiche, universitarie e dell’alta formazione, associazioni e sodalizi culturali, che operano sui territori attraversati dall’antica strada consolare romana).

«Esprimiamo il nostro più sentito ringraziamento – affermano Paola Cecere ed Achille Mottola – al sindaco Clemente Mastella e all’amministrazione della Città di Benevento per la positiva e costante interlocuzione che ci ha visti, tra l’altro, sottoscrittori di un apposito protocollo d’intesa proprio per sostenere questa importante candidatura. Uno specialissimo grazie va alla dottoressa Angela Maria Ferroni dell’Ufficio UNESCO presso il Segretariato generale del Ministero dei Beni culturali per averci creduto da subito».

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here