LE RAGIONI DI UNA SCELTA: LA NOSTRA TERRA

Airola e il Sannio intero vedono ogni giorno partire tanti giovani per mete spesso lontane nella speranza di trovare un lavoro che è a loro negato dove sono nati, dove sono cresciuti e in cui lasciano i loro affetti più cari insieme alla parte più grande del loro cuore.
Viviamo in una Terra, gloriosa per la sua storia antica, ma da anni abbandonata al suo destino.
Siamo isolati perché privi dei collegamenti infrastrutturali essenziali con le aree metropolitane e con le reti autostradali.
Per raggiungere il nostro capoluogo di Regione dobbiamo impiegare circa 2 ore, percorrendo l’Appia, che a tratti è peggiore dei vecchi tratturi. Dalla nostra Valle Caudina impieghiamo non meno di 40 minuti per percorrere una ventina di km per raggiungere
Benevento.
Siamo isolati e tagliati fuori dai traffici commerciali perché i tempi di percorrenza per arrivare nel Sannio da Napoli o dall’ex casello autostradale di Caserta Sud, sono enormi e comportano costi di viaggio non concorrenziali.
Di fronte a questa situazione catastrofica, che, in meno di 30 anni, può portarci alla totale desertificazione demografica perché i giovani andranno tutti via, le nascite diminuiscono sempre di più e gli anziani, per legge della natura, muoiono, solo con la realizzazione di idonee infrastrutture stradali, che potranno consentire la più veloce raggiungibilità del nostro Sannio, potremo arrestare il mortale processo di desertificazione demografica e diventare attrattivi per gli investimenti che produrranno lavoro, turismo e sufficiente economia per una vita dignitosa per tutti.
Anche queste ragioni mi hanno indotto, memore pure delle tante battaglie fatte da mio padre e da me stesso quando sono stato Assessore Regionale, ad aderire al progetto politico del V. Presidente del Consiglio, Sen. Matteo Salvini, e, quindi, alla Lega.
Salvini sta portando a termine un piano infrastrutturale per l’Italia, che vede la Campania destinataria di 23 miliardi di euro per opere vitali che vanno dall’alta velocità alla realizzazione di nuove reti stradali e al miglioramento di quelle esistenti, con un diretto beneficio per il Sannio che vedrà la costruzione della strada a scorrimento veloce Benevento-Caserta, che ci consentirà di arrivare all’Autostrada del Sole in 15/20 minuti, il completamento della Fortorina e il raddoppio della Telesina, nonché il completamento della Fondo Valle Isclero e della Valle Caudina-Piano D’ardine, previa acquisizione di quest’ultime all’ANAS e quindi alla competenza del Ministero delle Infrastrutture.
La realizzazione della maggior parte di queste opere fu deliberata nel piano triennale 1983/85 della Regione Campania dopo una coraggiosa e memorabile battaglia che fece mio padre.
Sono trascorsi 40 anni e solo oggi, con il piano infrastrutturale del V. Presidente del Consiglio e Ministro delle Infrastrutture, Sen. Salvini, potremo veder realizzato un sogno che per noi Sanniti significa continuare ad esistere e non scomparire nell’arco di pochi decenni.
Non le promesse di personaggi gonfi di parole vuote, ma la speranza che diventa certezza di riscatto della nostra terra.

Avv. Vittorio Fucci
Responsabile del Dipartimento Politico “Infrastrutture e Trasporti”
della Regione Campania per la Lega

ARTICOLI CORRELATI