Mater Olbia, centinaia di pazienti per visite gratis

Olbia, 28 set. (AdnKronos) – E’ iniziato alle ore 9 l’open day del Mater Olbia ma centinaia di persone erano già in coda da almeno due ore per effettuare gratuitamente una visita specialistica o un esame diagnostico nella nuova struttura sanitaria di Padrogianus (Olbia). Oltre 400 persone sono state accettate nella sola prima ora, con pazienti provenienti non solo da Olbia, ma da tutta la Gallura e dal Nord della Sardegna in generale.

L’iniziativa è ancora in corso e l’affluenza continua a essere molto sostenuta, sottolineando il grande richiamo decretato dall’iniziativa dell’ospedale sardo nato dalla partnership fra la Qatar Foundation Endowment e la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma. Con l’iniziativa ‘Mater Olbia per te’, l’ospedale ha voluto aprirsi al territorio e quest’ultimo ha risposto in modo sorprendente.

Fin dalla prima mattina cittadini provenienti da tutta la Gallura e da altre zone della Sardegna hanno avuto l’opportunità non solo di effettuare visite ed esami diagnostici gratuitamente, ma anche di visitare la nuova struttura ospedaliera, fiore all’occhiello dell’offerta sanitaria sarda. Tanta infatti anche la curiosità espressa dai pazienti e dai molti visitatori che hanno avuto la possibilità di visitare l’intera struttura ospedaliera, che si contraddistingue per una ricchezza di dotazioni tecnologiche e anche per una impostazione molto moderna della ricettività.

Nel corso della ‘giornata aperta’ sarà possibile effettuare check up e, nello specifico, fare visite specialistiche presso gli ambulatori di cardiologia, chirurgia generale, endocrinologia e chirurgia endocrina, dermatologia, fisiatria, gastroenterologia, ginecologia e senologia, neurochirurgia, neurologia, ortopedia e otorinolaringoiatria.

L’iniziativa è rivolta a tutta la popolazione ed è solo la prima di una serie di momenti qualificanti che il Mater Olbia ha in calendario per promuovere l’educazione alla salute e stili di vita orientati al concetto che prevenire è meglio di curare. L’iniziativa sarà in corso per l’intera giornata fino alle ore 17 senza bisogno di prenotazione.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here