Migranti: Calderoli, ’50mila in Italia non vanno in villa Gere a Hollywood’

Roma, 25 ott. (Adnkronos) – “Tre settimane fa il direttore esecutivo dell’Agenzia europea Frontex, Fabrice Leggeri, in audizione dalla commissione Schengen, ha certificato 48mila arrivi di immigrati sulle coste italiane, o attraverso la rotta balcanica, nei primi nove mesi del 2021 e in questo mese di ottobre il trend non è diminuito, abbiamo centinaia di arrivi ogni giorno a Lampedusa. L’opinione pubblica rivolge la sua attenzione alla pandemia e alla crisi economica ad essa conseguente, la politica ha come priorità la salute dei cittadini e il rilancio economico, ma tutti questi 50mila immigrati arrivati resteranno in Italia e a breve saranno un problema sociale. Dove li metteremo? Come li manterremo? Come possono sperare di inserirsi a livello lavorativo se abbiamo una disoccupazione generale al 10%?” Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato.

“Facile fare i Richard Gere che fanno passerella sulle navi delle Ong, ma poi -aggiunge l’esponente del Carroccio- i Gere tornano a Hollywood e questi 50mila immigrati restano qui in Italia, a spese degli italiani, mica nella sua villa a Hollywood”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here