Milano: da testa maiale a bomba carta, intimidazioni contro azienda in crisi

Milano, 23 gen. (Adnkronos) – Una forte esplosione, determinata probabilmente da una bomba carta, ha fatto intervenire ieri i carabinieri a Lainate. Il luogo del boato, a cui è seguita una fitta nube di fumo, era il parcheggio antistante una palazzina al cui interno hanno sede degli uffici della società Tecnomagnete, società in preda da qualche tempo di atti intimidatori a opera di ignoti. Il motivo scatenante, secondo i dipendenti, sarebbe la crisi occupazionale: la ditta, per l’emergenza Covid-19, ha messo in cassa integrazione numerosi impiegati che ad ora rischiano il licenziamento. Ma alle proteste sindacali sono seguiti atti più inquietanti. Tra i più macabri, il mese scorso, il ritrovamento di una testa di maiale nei pressi degli uffici della dirigenza, considerato dagli inquirenti un avvertimento forte e feroce.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here