Mo: Forum ostaggi chiede di chiudere accordo dopo rapporto Onu su violenze sessuali

Tel Aviv, 4 mar. (Adnkronos) – L’Hostages Family Forum reagisce alla pubblicazione di oggi di un rapporto delle Nazioni Unite che trova “ragionevoli motivi per ritenere” che i terroristi di Hamas abbiano perpetrato – e lo facciano tuttora -violenze sessuali durante i massacri del gruppo terroristico del 7 ottobre, invitando il primo ministro Benjamin Netanyahu a garantire un accordo per il rilascio degli ostaggi tenuti in ostaggio da gruppi terroristici a Gaza.

“Cosa c’è ancora da dire o fare affinché Netanyahu e i membri del governo siano determinati a fermare la crudeltà che le donne e gli ostaggi maschi sopportano giorno dopo giorno?” afferma il Forum in un comunicato stampa. “È palesemente ovvio che le donne in ostaggio stanno attraversando l’inferno in ogni momento, ogni minuto”, aggiunge la dichiarazione.

Presentando oggi il rapporto del suo gruppo, Pramila Patten, rappresentante speciale delle Nazioni Unite sulla violenza sessuale nei conflitti, ha affermato che gli ostaggi tenuti a Gaza da Hamas dal 7 ottobre sono stati probabilmente soggetti a “violenza sessuale compreso stupro, tortura sessuale, trattamenti crudeli, inumani e degradanti” e che il suo ufficio ritiene che tali abusi potrebbero essere in corso. “Il popolo di Israele non perdonerà il primo ministro Netanyahu e il governo se non riusciranno a porre fine agli atti orribili che gli ostaggi hanno già subito per 150 giorni”, aggiunge il comunicato stampa.

ARTICOLI CORRELATI