Nardone puntualizza sulla Fondo Valle Isclero

Anche quando i finanziamenti sono stati concessi dal centro-sinistra, la Provincia ha sempre tenuto un alto profilo Istituzionale, evitando grancasse elettorali.La Provincia,prosegue la nota del Presidente Nardone, infatti ha sempre dato atto con correttezza, sia nei Comunicati Stampa (compreso quello “incriminato” dal sen. Viespoli), che nelle occasioni pubbliche la provenienza dei finanziamenti segnatamente per la Fondo Valle Isclero – atteso anche il rilevante loro importo;Eguale correttezza non è stata riconosciuta alla Provincia di Benevento che, invero, all’atto della approvazione della cosiddetta Legge Obiettivo del 2000, nell’ambito della Intesa Istituzionale di Programma con la Regione Campania, è stata l’unico ente ad aver pronti i progetti esecutivi e cantierabili, tra i quali quello della Fondo Valle Isclero; ottemperato a tutti gli adempimenti amministrativi e tecnici; ottenuto il via libera alla realizzazione dell’opera;Sempre per correttezza,conclude la nota del Presidente Nardone, sarebbe stato invero opportuno che il sen. Viespoli avesse ricordato il contributo recato personalmente dal sen. Cosimo Izzo (Forza Italia) per l’iscrizione nella Legge Finanziaria 2004 delle somme necessarie a superare altri problemi pregressi per i tratti già in esercizio sulla stessa Fondo Valle Isclero; No pare di poco conto che la Provincia, “semplice stazione appaltante”, come afferma il sen. Viespoli, abbia però portato a termine il compito affidatole consistente nel controllo e direzione dei lavori della realizzazione di opere di chilometri (tra strada vera e propria e relativi svincoli);Alla cerimonia inaugurale – come sempre – sono stati inviati tutti i parlamentari che, se lo vorranno, potranno esprimere il proprio pensiero sull’argomento

ARTICOLI CORRELATI