Nazzaro : “Congelate le mie dimissioni da Presidente Provinciale di Azione e dal Partito”


In seguito ad un incontro con il segretario provinciale di Azione, avv.Vincenzo Sguera, in virtù delle mutate condizioni del quadro politico, abbiamo concordato di ritenere “congelate” le mie dimissioni da Presidente Provinciale di Azione e dal Partito, in attesa di verificare l’esito delle trattative per la costruzione di un polo liberal-democratico. La mia decisione era e resta legata alla necessità di costruire un contenitore LibDem in grado di continuare senza esitazioni il lavoro svolto dal governo Draghi; ribadire la collocazione atlantista dell’Italia; spendersi per il rafforzamento dell’integrazione europea, avendo come obiettivo un’Europa federale; ha tra nutre un sostegno pieno ed incondizionato all’Ucraina, vittima dell’aggressione russa anche attraverso l’invio di armi atte a difendersi. Tutto questo, a mio avviso, non poteva realizzarsi all’interno di una coalizione, peraltro a due velocità, nella quale parti non minoritarie anche del PD si erano espresse per il superamento dell’esperienza Draghi. In ogni caso, anche volendo prescindere dall’attuale esperienza di governo, è mia convinzione che sia necessario creare un terzo polo, in Italia, per rispondere alle istanze di tanti che non si sentono rappresentati dagli attuali schieramenti. Nella speranza che prevalga lo spirito unitario e che si vada verso la composizione di un’unica lista non ritengo, al momento, che sussistano le condizioni che mi avevano spinto a quella scelta, che non era di adesione ad un altro partito ma al processo di costruzione del polo LibDem. Resterebbero intatte, viceversa, tali condizioni, nel caso in cui dovessero prevalere spinte solipsistiche ed autonomiste.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here