NEL SANNIO DUE GIORNATE DEDICATE AI RADIOAMATORI DI BENEVENTO

Lo scorso fine settimana si è svolta, presso il Belvedere del Sannio di San Marco ai Monti, una due giorni radioamatoriale organizzata dalla sezione di Benevento della Associazione Radioamatori Italiani patrocinata dal Comune di Sant’Angelo a Cupolo e dalla pro-loco di San Marco ai Monti.

L’iniziativa ha avuto due aspetti fondamentali: E’ stato diffuso “on air” il nominativo speciale II8BEN “Antichi Egizi a Benevento” con lo scopo di far conoscere ai molti radioamatori italiani ed anche ai tanti che hanno collegato II8BEN da altre Paesi d’Europa, la storia del culto di Iside a Benevento, una delle tantissime particolarità storiche poco note della nostra città che solo pochi posti al mondo possono vantare.

L’altro scopo della manifestazione è stato quello di allestire una stazione radio mobile in un posto strategico per le radiocomunicazioni della nostra Provincia, nell’ambito della struttura ARI-Radio Emergenza, per testare, come è stato fatto già negli anni passati in altre zone del Sannio, la capacità e l’efficienza di tale struttura da utilizzarsi nel caso, speriamo remoto, di calamità che possano pregiudicare i normali canali di comunicazione.

E’ bene ricordare che il “codice delle comunicazioni elettroniche” all’articolo 134, nel definire l’ambito di attività dei Radioamatori, recita : “L’attività di radioamatore consiste nell’espletamento di un servizio…”  definendo l’attività radioamatoriale come “servizio” e all’articolo 141 “L’Autorità competente può, in caso di pubblica calamità o per contingenze  particolari  di  interesse pubblico, autorizzare le stazioni di radioamatore ad effettuare speciali collegamenti oltre i limiti stabiliti dall’articolo 134”.

In questa ottica la sezione ARI di Benevento ha già  prestato servizio “sul campo” in alcune zone colpite da disastri naturali (come il terremoto dell’Aquila o quello delle Marche) ma anche per l’assistenza ad alcune gare ciclistiche o podistiche svolte nella nostra Provincia.

A margine della manifestazione c’è stata la simpatica “intrusione” di un gruppo di bambini che, vinta la prima timidezza, si sono divertiti a collegare alcune stazioni che si sono prestate volentieri con puro “Ham Spirit”, come si definisce lo spirito che dovrebbe contraddistinguere tutti coloro che praticano questo nobile hobby, a fare da corrispondenti ai novelli piccoli radioamatori.

Al termine della manifestazione si sono “messi a log” circa 500 collegamenti con stazioni italiane ed europee che riceveranno la cartolina QSL speciale creata per l’occasione.

 

Il Presidente della Sezione ARI di Benevento

Pietro De Napoli

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here