Nigeriana uccisa a colpi di pistola lungo linea ferroviaria alle porte di Benevento

Tragedia lungo la linea ferroviaria a pochi metri dalla Stazione Centrale di Benevento. Una donna di origini nigeriane, residente a Castelvolturno, sarebbe stata uccisa con alcuni di pistola. Ad individuare il corpo senza vita della donna di colore è stato il macchinista di un treno della “Valle Caudina” intorno alle 17.00. Nei pressi del cadavere riverso nell’erba, sono stati individuati dagli agenti della Questura di Benevento, sei bossoli di proiettili calibro 9. Presumibilmente la 36enne nigeriana appartiene al gruppo di prostitute che sono solito stazionare in Via Grimoaldo Re nei pressi dell’ingresso del Parco Cellarulo. All’identificazione della donna si è giunti grazie all’arrivo sul luogo del ritrovamento del cadavere, da parte dei due fratelli che dal mattino non avevano avuto più notizie. Ogni giorno, la donna alle 13.00, saliva sul treno che da Castelvolturno la portava poi  a Benevento.
Rientrava a casa la mattina successiva, alle 7.00.Sul posto  il Magistrato Iolanda Gaudino, gli agenti della Squadra Volante, della Squadra Mobile diretti da Alessandro Salzano, della Polizia ferroviaria, della Scientifica, i vigili del fuoco ed i sanitari del 118.

Il corpo della nigeriana si trova adesso all’obitorio dell’Ospedale “Rummo” di Benevento.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here