Occhio al Gela che punta sulla freschezza mentale dei suoi uomini e un collettivo collaudato

Il Gela giocherà con la classica mentalità di chi non ha nulla da perdere e tutto da guadagnare e questo costituisce da un punto di vista psicologico un grosso vantaggio. Inoltre i siciliani potranno contare su un collettivo che attua un modulo ormai collaudato e che quindi non pagherà scotti a livello d’intesa o altro. Una sorta di mission quella che chiedono gli entusiasti tifosi biancazzurri a Nordi e compagni.
Diciotto i convocati. Questa la lista: Bigazzi, Piano, Manfrè, Porcaro, Cruciani, Cunzi, Zummo, Puccio, Cardinale, Giardina, Italiano, Nordi, Agretta, Piva, Petrassi, Opoku, Aliperta e Avantaggiato.
Nicola Provenza come noto dovrà fare a meno degli ultimi arrivati D’Amico, Stamilla e D’Anna per i quali ancora non c’è il placet della Lega Pro per il tesseramento ed a Franciel, Vegnaduzzo e D’Aiello che hanno problemi fisici. Il modulo, però, sarà quello solito, il 4-3-3.
La formazione dovrebbe essere la seguente. L’esperto Nordi, ex Taranto tra i pali. Il tignoso e cattivo Petrassi a destra, il bravo Piva a sinistra, l’ex granata Cardinale e Porcaro, altro nuovo prelevato dal Potenza come centrali. A centrocampo Cruciani, Giardina e Italiano, mentre davanti dovrebbero giostrare sulle fasce Bigazzi e Cunzi con Avantaggiato oppure Opoku centrale.
La comitiva siciliana è in ritiro da venerdì mattina al Grand Hotel di Telese Terme dove ha sostenuto gli ultimi due allenamenti.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here