Olimpiadi: azzurre del basket 3×3 a Tokyo per stupire (2)

(Adnkronos) – “Sono contento – ha detto il coach – per come le ragazze hanno affrontato queste due partite. Con una giocatrice diversa rispetto al Preolimpico siamo in cerca di un nuovo equilibrio e disputare questo tipo di test è il modo migliore per trovarlo alla svelta. Abbiamo iniziato lentamente entrambi i match ma tutte e due le volte siamo stati bravi a rientrare e giocare alla pari contro una squadra che senza dubbio è molto forte. Serviranno nervi saldi e tanto coraggio anche perché non ci saranno squadre deboli”.

Chiara Consolini non faceva parte della squadra che vinse il Mondiale nel 2018, ma pian piano ha fatto sempre più esperienza fino a diventare una giocatrice olimpica di 3×3: “Per me sono le prime volte a questi livelli e ogni giorno imparo qualcosa di nuovo. Dunque ben vengano le opportunità come quella di oggi contro le russe. Quello che ci serve è ritrovare il ritmo partita e curare i piccoli dettagli che in questa disciplina fanno la differenza. Il gioco di squadra si può sempre perfezionare e allenarsi nel modo giusto aiuta eccome”.

Intanto coach Capobianco ha approfittato di un po’ di tempo libero al Villaggio per sostenere la tesi di laurea in psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Per lui è la seconda dopo quella in Scienze Motorie.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here