**Open Arms: medico salita a bordo, ‘i 147 migranti erano tutti ammassati a bordo’**

Palermo, 13 mag. (Adnkronos) – “I migranti erano tutti ammassati sulla nave, erano sotto un tendone e c’erano solo due bagni chimici. Alcuni erano affetti da infezioni e da scabbia”. A raccontare le condizioni dei 147 migranti a bordo della nave Open Arms al largo di Lampedusa, il 15 agosto del 2019, è la dottoressa Katia Valeria Di Natale, medico dell’Ordine di Malta, che quel giorno era salita a bordo con il Procuratore di Agrigento di allora, Luigi Patronaggio. “Inizialmente ci siamo confrontati con l’equipe di bordo, abbiamo fato un breve giro sulla nave”, dice. E alla domanda della pm Giorgia Righi su quali fossero le patologie riscontrate, la dottoressa replica: “Quello che abbiamo potuto valutare noi erano segni di parassitosi e infezioni della cute, per il resto non abbiamo potuto valutare, c’erano anche dei segni di scabbia”.

“C’era anche una donna con delle ustioni pregresse e dei migranti con delle ferite, un signore aveva un ginocchio molto infiammato e ci è stato riferito dal medico di bordo che fosse stata provocata da un’arma da sparo”, aggiunge il medico.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here