Picerno-Benevento 1-2: Auteri la vince con i cambi, in gol Ciciretti e Carfora

Big-match della domenica sera al Donato Curcio, dove il Benevento è ospite del Picerno nella sfida valida per la ventisettesima e ottava giornata del girone di ritorno del raggruppamento meridionale della Serie C 2023-24. La Leonessa, alle prese con diverse assenze (infortunati GarciaVitali De Ciancio, out all’ultimo anche Esposito), sono reduci dal pareggio contro il Crotone del turno infrasettimanale che li ha confermati al secondo posto con 49 punti, restando a -6 dalla Juve Stabia capolista. Mister Longo schiera i suoi con il 4-2-3-1: c’è Novella sulla corsia destra, D’Agostino sulla trequarti. La Strega, dal canto suo, nel 2024 con il ritorno in panchina del tecnico di Floridia ha collezionato sette risultati utili consecutivi ed è quarta in classifica a quota 45, come l’Avellino terzo e il Taranto quinto. Mister Auteri, per il terzo impegno settimanale, schiera i giallorossi con il classico 3-4-3: Terranova al centro della difesa, torna Masciangelo sulla sinistra.

PRIMO TEMPO. Dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’incidente sul lavoro di Firenze, comincia il big-match del Curcio tra Picerno e Benevento. Tiro-cross di Starita al quarto minuto, blocca Merelli in uscita; poco dopo rischia con i piedi l’estremo difensore rossoblù, ma i giallorossi non riescono ad approfittarne. Si fa vedere in avanti anche Ceccarelli, sinistro fuori misura. Vantaggio dei padroni di casa al sesto: dopo un batti e ribatti in area, Ceccarelli con il mancino dal limite dell’area batte Paleari. Forcing offensivo dei lucani, alla ricerca dell’immediato raddoppio: dopo una serie di corner, Gallo innesca D’Agostino che prova a lanciare Pagliai, anticipato in uscita da Paleari. Si fa vedere in avanti la Strega all’11esimo: cross dalla sinistra di Masciangelo, solo calcio d’angolo per i sanniti. Contropiede del Benevento al 17esimo: Ciano innesca Lanini che scappa sull’out mancino e serve Starita, la cui conclusione viene murata. Gol annullato alla Strega al 18esimo: dopo un rimpallo, probabilmente favorito da un tocco di mano, Ciano batte Marelli con un tiro al volo; si resta sul vantaggio per il Picerno. Ritmi alti in questa prima metà di primo tempo, gara equilibrata e caratterizzata da continui cambi di fronte. Primo cambio per i rossoblù al 23esimo: esce Maiorino, al suo posto Albadoro. Conclusione dal limite dell’area di Talia, destro che termina a lato della porta difesa da Marelli. Occasione per i sanniti al 29esimo: diagonale dal vertice sinistro dell’area di rigore di Lanini, palla fuori di pochissimo. Provano ad attaccare i giallorossi alla ricerca dell’1-1, buone coperture da parte di Cadili e Pagliai. Vicini al raddoppio i lucani al 37esimo: tentativo di Ceccarelli, la sfera termina fuori. Grande intervento di Paleari al 41esimo: imbucata di D’Agostino per Murano, il bomber rossoblù impegna l’estremo difensore ospite alla deviazione in angolo. Problemi per Talia, toccato duro da un avversario a fine primo tempo: staff medico in campo, ma sembra in grado di continuare. Spinge il Benevento nel recupero, ma la prima frazione termina con il Picerno in vantaggio.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio per i due allenatori all’intervallo, tornano sul rettangolo verde gli stessi 22 che hanno concluso la prima frazione. Ci provano subito i padroni di casa al terzo minuto della ripresa, bravo Terranova a murare il sinistro di Ceccarelli. Stacco di Lanini al 53esimo su un cross dalla linea di fondo, para senza problemi Merelli. Sfiora il pari la Strega al 56esimo: tentativo dal limite di Ciano, Merelli riesce a distendersi e a deviare. Pronto un triplo cambio per Mister Auteri: dentro PinatoCarfora Ciciretti al posto di uno zoppicante Talia, e Ciano. Scatta l’ora di gioco al Curcio, i padroni di casa si difendono con carattere e attenzione provando anche a farsi vedere in avanti alla ricerca del raddoppio. Doppio cambio per Mister Longo: escono D’Agostino e Ceccarelli, dentro Ciko Biasiol. Due grandi parate di Merelli al 66esimo: Pastina prova la botta dai 25metri con il sinistro e impegna l’estremo difensore rossoblù, poi sulla respinta corta Simonetti è il più lesto di tutti ma trova ancora un bell’intervento del portiere del Picerno. Metà della seconda frazione, i sanniti provano a cercare spazi per ristabilire l’equilibrio anche sotto il profilo del risultato. Benevento nuovamente vicinissimo al pareggio al 73esimo: punizione di Ciciretti e colpo di testa di Lanini che, complice la deviazione decisiva di Merelli, s’infrange sulla traversa. Si fa vedere in avanti anche la Leonessa: Ciko su una palla lunga riesce a eludere la marcatura di Terranova, ma non riesce a battere Paleari. Calcio di rigore per la Strega al 76esimo: corpo a corpo tra Biasiol e Pinato, l’arbitro indica il dischetto in favore dei giallorossi. Pareggio del Benevento al 79esimo: dagli undici metri si presenta Ciciretti che, freddissimo, batte Merelli, che comunque aveva intuito. Vantaggio immediato dei sanniti alla ripresa del gioco dopo il pareggio: imbucata per Lanini, Merelli respinge il destro del numero 90 ma favorisce il tap-in di Carfora che trova la sua prima rete stagionale e il 2-1 dei giallorossi in terra lucana. Ultimi due cambi per i padroni di casa: fuori Murano e Biasiol, dentro il sannita Petito Albertini. Prova a reagire il Picerno, cercando di massimizzare tutte le energie a disposizione. Quarto cambio per Mister Auteri: Improta entra al posto di Masciangelo. Ultima sostituzione per i giallorossi: Ferrante rileva Lanini. Ultimi minuti molto spezzettati, la Strega attende il triplice fischio.

Il Benevento di Gaetano Auteri vince in rimonta il big-match della 27esima giornata contro il Picerno: Mister Auteri la decide con i cambi, visto che in gol sono andati i subentrati Ciciretti (dagli undici metri, rigore conquistato dall’altro subentrante Pinato) e Carfora (alla prima marcatura stagionale). La Strega, con questa vittoria e complice la sconfitta della Juve Stabia e il pareggio in Crotone-Taranto, sale a quota 48 punti momentaneamente in solitaria in terza posizione, a -1 proprio dal Picerno e a -7 dalle Vespe; attesa per la sfida dell’Avellino di domani sera. I giallorossi, dopo l’ottavo risultato utile consecutivo, torneranno in campo lunedì 26 febbraio alle 20:45 al Vigorito contro il Sorrento. Il Picerno di Longo, dopo questa sconfitta in rimonta, resta invece a secondo posto con 49 punti, sempre a -6 dalla Juve Stabia.

ARTICOLI CORRELATI