Potere al Popolo:” Appello a Chi Non Si Arrende e Non Si Riconosce in Questa Classe Politica”

Dopo la nascita del sodalizio tra PD e M5S locali a Benevento, annunciato ieri, Potere al Popolo – Sannio prende atto che la volontà delle forze politiche istituzionali sul nostro territorio è quella di replicare i fallimenti ottenuti sia in passato dalla vecchia classe dirigente beneventana, sia quelli di altri contesti amministrativi dove questa alleanza si è formata.

Partiamo da questo dato: il fallimento della vecchia classe dirigente nel perseguire gli interessi della maggioranza dei beneventani. Fino a qualche tempo fa non eravamo i soli a partire da questa considerazione. Oggi, però, chi ci aveva abituato a espressioni anche colorite nei confronti della “casta” lo ritroviamo amorevolmente tra le braccia di quella classe dirigente che assieme a Mastella ha contribuito al progressivo declino del nostro territorio e alla spartizione spregiudicata di risorse e incarichi pubblici secondo logiche clientelari.

Come ci si fa a vantare continuamente di una alterità rispetto alla decadente classe dirigente e siglare poi un’alleanza le cui contraddizioni sono talmente tante da non poterle contare?

Tutti, poi, dicono di volere il cambiamento. Molti di noi provengono dal mondo delle associazioni, dei comitati. Sappiamo bene quanto centrale debba essere la “trasformazione” in un progetto di città. Ma davvero c’è chi può onestamente associare la parola “cambiamento” non solo a Mastella, ma anche a chi governa da decenni il nostro territorio, a tutti i livelli amministrativi, e che ne ha fatto l’ottantunesima città per qualità della vita oltre che “porto interno” da cui partire con una valigia in mano?

Crediamo che la nostra Benevento meriti di meglio, crediamo che occorra dare una voce alle persone che vivono i problemi reali sulla propria pelle, a chi parte pur volendo rimanere, a chi rimane, affrontando troppi patimenti e difficoltà, a chi ogni giorno si batte per una società più equa, a chi desidera ardentemente una città libera dal malaffare e da una gestione più che opaca della cosa pubblica.

Noi non crediamo di essere i soli a pensare e volere questo futuro per Benevento. Per questo scriviamo queste parole. Che vogliono essere un appello a chi non si rassegna ai soliti vecchi giochi fatti magari sotto nuove formule, affinché troviamo un’espressione collettiva ed elettorale che risponda alle esigenze di una città libera; che sia in grado di esprimere un’idea di città diversa da quella di un grande lotto di terra da svendere a speculatori privati, da una discarica dove smaltire i rifiuti di tutta la regione.

Benevento è ricca di storia, di capacità, di volontà di futuro. Benevento è la città dove vogliamo vivere dignitosamente, deve essere la città in cui voler rimanere o tornare. Benevento è la casa che vogliamo costruire per il nostro futuro.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here