Processione Corpus Domini e saluto di commiato di Mugione.

Grande partecipazione dei fedeli in occasione delle celebrazioni per la solennità del Corpus Domini e il saluto di commiato da parte dell’arcivescovo Andrea Mugione L’evento religioso è iniziato con la celebrazione della Santa Messa nella Cattedrale per poi proseguire con una processione di fedeli dal Duomo ha raggiunto la Basilica della Madonna delle Grazie, dopo aver attraversato dal Duomo, corso Garibaldi, corso Dante e Viale San Lorenzo.

Confesso sinceramente ha dichiarato Mons . Mugione, sentimenti di gratitudine al Signore e a tutti voi per il cammino fatto insieme in questo decennio. Ma vorrei manifestare anche sentimenti per la stima, per la comprensione, per l’affetto, per l’amore e per la preghiera con cui mi avete accompagnato, seguito, collaborato, obbedito in questi anni di servizio pastorale.

Auspico che tutti vogliano bene al Vescovo di oggi, Felice, come sono certo che il vescovo vi amerà. Accoglietelo con amore e non solo con trepidazione. Lo dico soprattutto ai miei figli sacerdoti. Non dimenticate mai che siete sacerdoti perché lui è vescovo, non il contrario. Vi ho amati tutti, figli carissimi, sacerdoti, diaconi, religiosi e religiose, seminaristi e fedeli laici, ma non ho mai sognato che tutti mi riamassero. In questo sarebbe evidente che non avrei compiuto il mio dovere di padre e di pastore. Per questo vi ringrazio anche per le preoccupazioni, le croci, i problemi e le critiche, spesso anonime e nascoste. Con la Grazia di Dio, la fiducia incondizionata nel Maestro, non mi sono scoraggiato, anzi, ho nutrito quella ferma speranza che anche dalla zizzania può nascere il grano e dal letame i fiori più profumati.

ARTICOLI CORRELATI