PUZIO:” STOP AL TERRORISMO PSICOLOGICO DEL SINDACO MASTELLA”

“È di poche ore fa la minaccia del sindaco Mastella di chiudere il cimitero qualora dopo il primo giorno di commemorazione defunti si dovessero registrare assembramenti.
Il Primo Cittadino dovrebbe evitarli e garantire ai cittadini di commemorare i propri defunti senza essere terrorizzati psicologicamente, con notizie di numeri di contagiati parziali (date senza specificare su quale campione e quali siano gli asintomatici) che spaventano i cittadini già bombardati mediaticamente.
Bisogna non abbassare la guardia e tenere le dovute precauzioni contro un’emergenza sanitaria sicuramente in atto e che certamente i beneventani non hanno trascurato e non trascureranno, ma è compito di Mastella adottare misure che consentano di evitare assembramenti.
Il Primo Cittadino non può certo sapere lo stato d’animo dei lavoratori impegnati nel settore, che hanno acquistato già fiori e suppellettili funebri da vendere, rischiando di non poter guadagnare neanche in questa occasione, dopo mesi di secca.
L’emergenza economica è più viva che mai e sono tante le attività che, da mesi, vivono vere difficoltà senza vedere aiuti concreti. Sicuramente il Primo Cittadino di tutto questo non ha la più pallida idea.
Chiedo più concretezza e meno terrorismo psicologico, a sostegno di chi lavora onestamente.”
Così in una nota stampa Antonio Puzio.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here