Resoconto lavori del Consiglio Provinciale

Dopo una lunga discussione procedurale circa l’approvazione del Verbale delle sedute precedenti, l’Assemblea ha affrontato il tema del trasporto pubblico locale per iniziativa del Consigliere Lucio Rubano che aveva presentato una interrogazione finalizzata ad avere rassicurazioni circa la sorte occupazionale dei lavoratori della ex Ditta Tinessa, il trasferimento dei servizi e delle competenze alle Province da parte della Regione e le procedure di gara pubblica per l’affidamento della gestione delle tratte.Ha risposto in Aula l’assessore delegato Gianvito Bello il quale ha informato l’Assemblea che la Regione Campania ha autorizzato la Provincia di Benevento, sulla scorta del Piano dei trasporti a suo tempo approvato, a procedere per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale su tutte le tratte mediante gara pubblica da avviare entro un mese. La Regione ha altresì aumentato di circa 3 milioni di Euro le dotazioni finanziarie assegnate alla Provincia sannita per la gestione del servizio al fine di implementare le percorrenze attuali di circa un milione e settecentocinquantamila di chilometri. Aumentata anche di 5.300 euro all’anno per ogni agente di trasporto la dotazione finanziaria al fine di garantire i trattamenti economici per il personale occupato presso le Imprese. Tutto ciò comporta – ha spiegato quindi Bello – che la gara d’appalto per i servizi avrà un valore complessivo di circa tredici milioni di euro. Una volta esperita la gara verrà quindi regolarizzata – secondo Bello – la posizione del personale della ex Ditta Tinessa in quanto il vincitore avrà l’obbligo di assorbirlo. L’assessore ha anche illustrato i punti cardine della gara per l’affidamento dei servizi: qualità; tutela dei diritti dei portatori di handicap; correttezza formale e sostanziale del Soggetto vincitore ed erogatore del servizio; pulizia dei mezzi. Bello ha anche assicurato che ogni sforzo sarà profuso per salvaguardare il tessuto aziendale locale oggi composto da molte aziende medio-piccole che rappresentano nel contesto regionale una anomalia gestionale. Bello ha infine affermato che il Consiglio sarà chiamato ad approvare un piano di investimenti sugli impianti fissi dei trasporti, oggi purtroppo non previsti nel programma triennale dei lavori pubblici della Provincia: occorre subito istituire – ha spiegato Bello – un capitolo di bilancio per gli impianti fissi e cioè, sostanzialmente, per creare uno o più terminal mediante anche un Accordo quadro con il Comune di Benevento e la Regione Campania.L’Assemblea, dopo una lunga discussione, ha approvato, a voti unanimi, la istituzione e delle Commissioni consiliari nell’ambito della modifica del Regolamento del Consiglio provinciale; nonché, con i 12 Consiglieri presenti, la rimodulazione del Piano Stralcio della forestazione. Tale provvedimento sarebbe tuttavia “sub iudice” sull’eccezione, formulata dalla opposizione, circa la presenza in Aula del numero legale all’atto della votazione. L’assessore delegato alla forestazione Carmine Valentino sull’argomento aveva svolto una relazione affermando che lo stesso si era reso necessario, dopo un precedente voto del Consiglio a causa della decurtazione avvenuta in via di assegnazione definitiva dei finanziamenti da parte della Regione Campania rispetto alle previsioni originarie. Nonostante i tagli, aveva proseguito l’assessore, il Piano Stralcio riveste una grande rilevanza per il territorio sannita. Esso, infatti, garantisce – a giudizio di Valentino – i servizi essenziali della manutenzione, del verde pubblico, dei risanamenti e delle bonifiche ed attiva i servizi primari quale l’Antincendio Boschivo, anche in funzione della prevenzione degli incendi, nonché l’intervento in campo idraulico-forestale.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here