Serie B. I risultati della gare disputate sabato

Ascoli-Lecce 1-1

Ascoli e Lecce devono accontentarsi di un punto a testa (1-1) al termine di una gara vibrante soprattutto nella ripresa. Gli ospiti passano al 7′ con un colpo di testa di Strefezza lasciato solo in area. Poco dopo (16′) Di Mariano puo’ raddoppiare, ma la sua sforbiciata di viene bloccata da Leali. L’Ascoli si vede per la prima volta al 27′ con una rasoiata da fuori area di Maistro. Nella ripresa Leali salva ancora su Di Mariano (8′), ma poi e’ l’Ascoli a mettere alle corde gli ospiti con gli innesti di Sabiri, Iliev e Fabbrini. Il pareggio arriva al 28′ con un grande sinistro ad incrociare di Iliev lanciato alla perfezione da Dionisi. Per il nazionale bulgaro e’ il primo gol in campionato. Poi tocca a Leali salvare due volte su Coda mettendo in cassaforte il pareggio.

 

Como-Alessandria 2-0

Un gol di Bellemo dal limite dell’area in apertura di ripresa e una rete in pieno recupero del neoentrato Parigini decidono lo scontro tra Alessandria e Como, avversarie dirette per la promozione in B sei mesi fa e ora impegnate per lo stesso obiettivo, la salvezza. La gara e’ stata piuttosto equilibrata, nel primo tempo, anche se il Como ha avuto un maggior numero di occasioni e ha saputo premere un po’ di piu’. Nella ripresa gli ospiti, appena subito il gol, non sono praticamente piu’ stati in grado di impensierire seriamente il portiere Gori.
E’ stato anzi il Como ad avere proprio in chiusura una clamorosa occasione con Parigini, a cui ha fatto seguito il gol dello stesso giocatore. E la rivincita dei grigi, gia’ sconfitti nello scontro diretto in aprile, non si e’ consumata. Per il Como, un buon passo avanti in classifica.

 

Cosenza-Frosinone 1-1

Un gol e un punto a testa tra Cosenza e Frosinone. I giallazzurri hanno prodotto di piu’ ma non e’ bastato per superare la squadra di Zaffaroni. La gara si e’ incanalata nel verso migliore per il Cosenza passato in vantaggio al 20′ con un calcio di rigore trasformato da –Gori e assegnato per un fallo di Maiello su Caso. Il Frosinone ha trovato la determinazione per muovere la classifica dopo l’1-0 dei calabresi. Da quel momento in poi hanno costruito le circostanze migliori ma soltanto nella ripresa e’ diventato veramente pericoloso. Vigorito ha sbarrato la strada a Canotto in seguito a una transizione rapida della squadra di Grosso. Il portiere silano si e’ poi macchiato del passaggio sbagliato che ha generato il pareggio di Novakovich al 28′. Poco dopo il colpo di testa di Gatti si e’ spento docilmente tra le braccia dell’estremo difensore sardo.

 

Crotone-Pisa 2-1

La prima vittoria di stagione il Crotone la centra proprio contro la capolista Pisa, in una partita bellissima dal primo all’ultimo minuto. Perche’ e’ appena il 2′ quando il Crotone va in vantaggio con la combinazione Maric-Mulattieri, che s’insinua tra i difensori del Pisa e batte Nicolas. La reazione ospite e’ immediata e al 6′ Mondonico mette giu’ Sibilli in area:
sul dischetto va De Vitis, che pero’ batte debolmente agevolando la deviazione di Contini in angolo. Il raddoppio del Crotone arriva al 24′, quando la conclusione da fuori area di Zanellato viene deviata dalla schiena di Caracciolo e finisce in rete. La partita, pero’, si riapre al 46′ con il colpo di testa di Toure’, che si libera di Molina e batte Contini. Il secondo tempo, sebbene si chiuda senza marcature, e’ altrettanto vivace, con ritmi altissimi e occasioni da entrambe le parti. Si chiude dopo 8 minuti di recupero, con la prima sconfitta degli uomini di D’Angelo.

 

L.R. Vicenza-Reggina 0-1

La Reggina inizia bene il match e firma le prime due occasioni dell’incontro con Di Chiara e Galabinov, mentre la LR Vicenza risponde con Dalmonte e Diaw: bravo Turati. Sono quindi gli ospiti a passare in vantaggio con Galabinov che prende la mira dopo un calcio d’angolo e insacca di destro alle spalle di Grandi. C’è la reazione dei biancorossi ma senza risultati. All’inizio del secondo tempo Menez sfiora il raddoppio su assist di Ricci mentre i padroni di casa vanno vicinissimi al pareggio con Taugourdeau che su punizione colpisce l’incrocio, poi Diaw non trova la porta su tap-in. LR Vicenza sempre in crisi e al penultimo posto, Reggina che sale in zona playoff in attesa delle altre gare della giornata.

 

Perugia-Brescia 1-0

Non aveva mai perso in trasferta il Brescia che e’ caduto al Curi contro un Perugia che ha meritato in pieno la vittoria. La partita e’ stata sempre avvincente e all’insegna dell’incertezza, a deciderla il rigore trasformato da De Luca e assegnato per un tocco con il braccio da parte di Bisoli. Il Perugia si era gia’ reso pericoloso in avvio con una conclusione dal limite di Angella, mentre il Brescia non si e’ mai reso veramente pericoloso. Nella ripresa Inzaghi ha cercato di dare maggior peso in attacco affiancando Tramoni a Palacio, ma ha continuato a soffrire le accelerazioni del Perugia, tanto da rischiare la seconda rete prima con Matos e poi con Kouan, per poi sforare il pareggio con il nuovo entrato Tramoni.

 

Pordenone-Ternana 1-3

Obiettivi simili ma diversi prima del fischio d’inizio: padroni di casa in cerca della prima vittoria all’ottava di campionato, umbri che vogliono il primo successo in trasferta. A spuntarla saranno i rossoverdi con un secco 1-3. Al 10′ bella palla per Furlan che di testa serve un assist perfetto per Donnarumma che da pochi passi supera Perisan. Tre minuti e arriva il raddoppio ospite di Falletti con un diagonale per il terzo gol personale in campionato. La reazione dei neroverdi e’ tutta in un tiro di Pinato sul fondo e una conclusione da posizione defilata di Cambiaghi con Iannarilli che si rifugia in angolo, mentre a fine primo tempo e’ la Ternana ad andare vicina al terzo gol con un palo di Partipilo e una conclusione che sfiora il legno di Proietti. Pordenone ad un passo dalla rete nella ripresa con il colpo di testa di Camporese che si stampa sulla traversa e con una conclusione di Tsadjout che finisce sul fondo, ma la Ternana va sullo 0-3 al 24′ con Falletti che approfitta di un errore in disimpegno di Camporese a meta’ campo. Al 33′ arriva un bellissimo gol su punizione di Falasco, che non cambia le sorti del match, ma rende meno amara la sconfitta dei friulani. Con questa sconfitta si conclude l’avventura di Massimo Rastelli sulla panchina del Pordenone. Il club neroverde, infatti, dopo la sconfitta casalinga con la Ternana, ha reso noto di “aver sollevato mister Massimo Rastelli dall’incarico di allenatore della prima squadra. Insieme al tecnico sono stati sollevati dall’incarico anche il mister in seconda Dario Rossi, il preparatore atletico Fabio Esposito e l’allenatore dei portieri David Dei’.

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here