Serie B. Un Benevento sontuoso strapazza il Carpi con un netto 3 a 0: doppietta di Ceravolo e rete di Falco

Il Benevento rialza subito la testa dopo la sconfitta di Ferrara contro la Spal. Al di là del rotondo 3-0, la superiorità è stata netta, ad esclusione di un solo pericolo corso, dove però Cragno, attento e reattivo, ha sbarrato la porta. Baroni nell’undici inziale ha escluso, a sorpresa, il nuovo arrivo Eramo. Fortunatamente hanno ripreso il loro posto Ciciretti, Ceravolo, e Chibsah. Questi gli undici scesi in campo:
Cragno, Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi, Chibsah, Del Pinto, Ciciretti, Falco, Cissè, Ceravolo. Modulo 4 2 3 1.
I giallorossi hanno iniziato da subito a martellare l’avversario, ritmi alti, pressing a tutto campo e giocate rapide. Classico atteggiamento di chi voleva buttarsi alle spalle il passo falso in trasferta.
Siamo al 17′: Falco inventa una parabola per vie centrali per Ceravolo che, entrato in area, viene falciato dal portiere. Rigore ed ammonizione, anche se c’erano gli estremi per il rosso diretto. Sul dischetto l’ex Ternana, che non perdona. 1 a 0 e partita in discesa. Gli ospiti accusano il colpo e sbandano diverse volte. Ciciretti al 31′ fallisce clamorosamente il raddoppio da pochi passi concludendo debolmente tra le braccia di Belec. Raddoppio che arriverà allo scadere. Azione da manuale, tipica della play station: Venuti parte sulla sua fascia di competenza e serve Ciciretti che scambia di nuovo con il compagno, ancora per il fantasista che serve un assist al bacio per Ceravolo che in mezza girata raddoppia. Applausi! Termina il primo tempo.
Ripresa che parte con lo stesso refrain:  l’attacco giallorosso alla ricerca della terza rete. Girandola di sostituzioni, con Eramo che fa il suo esordio al Vigorito. Esordio che risulterà amaro, infatti dopo soli dieci minuti il ragazzo accusa una noia muscolare ed è costretto ad uscire. Si teme uno strappo con un conseguente stop di almeno un mese. Gli esami strumentali diranno di più. Al suo posto entra Lopez, a sua volta fuori sempre per guai fisici. Al 72′ la terza perla, questa volta confezionata da Falco che quasi dalla linea di fondo, entra in area e trova un angolino impossibile sul primo palo che di fatto chiude i giochi. Vittoria mai messa in discussione confermata ai microfoni di TV7 dal tecnico Castori: “Il Benevento ha meritato i tre punti, noi abbiamo commesso troppi errori anche se il risultato forse ci penalizza un po’ troppo. Doppiamo ripartire subito sperando, in futuro, di essere più attenti. I nuovi ci daranno una mano.” Ben diverso l’umore di Baroni, che appariva soddisfatto più della prestazione che della netta vittoria. “Abbiamo interpretato benissimo il match, ci tenevamo a tornare subito alla vittoria dopo lo stop contro la Spal dove a mio avviso non avevamo fatto male, nonostante le tante assenze. Unica nota stonata l’infortunio ad Eramo, adesso farà degli esami strumentali e capiremo l’entità del danno. Difficilmente recupererà per Venerdì contro il Verona. Siamo in emergenza perché Del Pinto verrà squalificato e li in mezzo ho il solo Chibsah. Adesso ho un incontro con il d.s. Di Somma ed il presidente, occorrono innesti di qualità, non serve comprare tanto per comprare. Vedremo in questi ultimi giorni cosa riusciremo a fare.”
Tabellino
Reti. 17′ 1t. Ceravolo (rig.) 45’1t. Ceravolo. 26 2t. Falco.
Sostituzioni. 19′ 2t. Esce Ceravolo per Eramo. 30′ esce Eramo per Lopez. 38′ esce Falco per Gyanfi.
Ammoniti. 13′ 1t Camporese. 6′ 2t Dal Pinto.
Raffaele Bianchini

ARTICOLI CORRELATI