Sicurezza stradale. On. Costantino Boffa: “Gli incidenti diminuiscono ma c’è ancora tanto da fare”.

“I dati – ha proseguito Boffa – restano comunque preoccupanti se si considera che gli incidenti stradali provocano ancora circa 5000 decessi ogni anno e che si è abbassata l’età delle vittime, sempre più giovani. Molto si è fatto in questi anni sia in tema di legislazione che di aumento dei controlli – ha aggiunto – Il “pacchetto sicurezza” ad esempio ha introdotto misure restrittive e sta producendo risultati, ma all’interno di questa strategia serve ancora un potenziamento delle misure di prevenzione, repressione e informazione.Bisogna inoltre, a mio avviso, intervenire per aumentare il grado di sicurezza delle infrastrutture nell’ambito di una strategia comunque rivolta al passaggio dalla strada al ferro e al mare, vettori più sicuri ed anche ecologicamente più sostenibili del trasporto su strada. Sarebbe opportuno altresì sostenere il trasporto pubblico locale. “Nell’ottica della sicurezza stradale – ha concluso – abbiamo spinto per la realizzazione del raddoppio della statale Benevento-Telese-Caianello, una delle arterie più pericolose d’Italia, opera confermata dal Cipe nella scorsa sessione del 6 marzo. L’opera, una volta realizzata, consentirà finalmente di evitare le stragi del sabato sera e le tante perdite di vite umane alle quali troppe volte abbiamo assistito in questi anni”.

ARTICOLI CORRELATI