Turismo: Dona (Unc), ‘speculazioni nei villaggi +15,4% ma in città arte pesa assenza stranieri’ (2)

(Adnkronos) – “Alcune località, ad esempio, – prosegue Dona – hanno maggiormente risentito della riduzione dei turisti stranieri. Eclatante il dato di Venezia, città turistica per eccellenza, che segna ancora una diminuzione dei prezzi rispetto all’estate scorsa, -0,5%. Anche Napoli e Milano sono in deflazione, rispettivamente -0,2% e -0,1%. Firenze, invece, è nella parte alta della classifica, in 13° posizione con +8%, così come Roma, in 26° con +5,6%”.

“Ben 5 città sono invece in deflazione, hanno quindi abbassato i prezzi da giugno a luglio 2021, chiaramente per rispondere alla minore domanda registrata a giugno rispetto a quanto si attendevano. Un segno evidente della crisi. Non per niente a vincere questa classifica è Venezia” conclude Dona.

“Per i consumatori avere prezzi più bassi è sempre positivo, – aggiunge il presidente di Unc – perché si preserva il loro potere d’acquisto e si arriva più facilmente a fine mese”. “Le cause della deflazione, però, da non confondere con gli effetti, possono essere negative, come in questo caso, perché dipendono dalla minore domanda turistica e dall’emergenza Covid, aggravando il problema della ripresa economica del Paese” conclude Dona.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here