Whirlpool: Re David, ‘bene sciopero, governo richiami azienda a responsabilità’

Roma, 4 ott. (AdnKronos) – “Il governo deve richiamare l’azienda alle sue responsabilità”. Così Francesca Re David, segretario generale Fiom, poco prima dell’inizio del corteo a Roma a sostegno dei lavoratori del sito di Napoli, di cui la multinazionale americana Whirlpool ha deciso la chiusura. “L’altissima adesione allo sciopero – spiega Re David – è un fatto rilevante perché l’azienda ha firmato un accordo con il governo e le parti sociali – precisa riferendosi a quanto accaduto nell’ottobre 2018 – e oggi propone la chiusura di uno stabilimento”.

Oltre a essere preso in giro il sindacato, i lavoratori, sottolinea la leader della Fiom, “è preso in giro il governo, che ha firmato un piano industriale che non è più uguale”. Per Re David “un disimpegno su Napoli e sul lavaggio è un progressivo disimpegno della multinazionale anche in Italia e in Europa” e “uno stabilimento chiuso al sud è uno stabilimento che non riapre”.

Pertanto, aggiunge il segretario generale della Fiom, “ci aspettiamo che l’azienda torni indietro. Noi non stiamo andando al tavolo con l’azienda. Non riconosciamo quella procedura”. Per Re David “l’Italia non è terra da depredare”. Le multinazionali, aggiunge, “vanno e vengono in questo paese senza pagare alcun prezzo e lasciando il deserto”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here