A Palazzo Paolo V il primo Consiglio dopo il lockdown


 

E’ tornato a riunirsi il Consiglio Comunale dopo circa sei mesi.L’ultima seduta a Palazzo Mosti il 23 dicembre.
Ieri sera è cambiata anche la location. Infatti, l’assemblea si è tenuta nella sala di Palazzo Paolo V appositamente allestita per rispettare le distanze sociali come da prescrizioni previste dalla pandemia.
Una visione strana dell’insieme in quell’aula con sedie ed occupanti in modo sciolto.
L’appello del segretario generale è arrivato con una sola ora di ritardo, alle 17.30. Ben 30 i presenti e, nel preambolo, vi sono state alcune dichiarazioni relative alla costituzione del gruppo di Alleanza riformista con Marcello Aversano (lista con la quale fu eletto) e da parte del Presidente Luigi De Minico sull’organigramma di alcune commissioni prive di Presidenti.
All’ordine del giorno dei lavori, dopo le comunicazioni trimestrali dei revisori dei conti sui quali l’assemblea doveva essere informata, si è passati alla discussione soprattutto di alcuni regolamenti.
Il primo relativo al verde pubblico che prevede tra l’altro la piantumazione di un albero per ogni nuova nascita o adozione. Ma al centro del dibattito su questo argomento i pini di viale degli Atlantici e della zona alta. Argomento caldo e nel quale sono intervenuti alcuni consiglieri di minoranza a ribadire il  “no” al loro abbattimento.
Tra l’altro è stato chiesta una modifica al nuovo regolamento che non prevede la individuazione di “alberi monumentali”.
Piccata la risposta del Sindaco Mastella che su questo argomento ha ribadito la validità della delibera di Giunta che, com’è noto, ne prevede l’abbattimento, ribadendo che tra l’essere e l’estetica, prevale l’essere. Il regolamento è stato approvato con 18 voti di maggioranza e 10 astensioni.
A seguire i lavori di collegamento Statale 7 Appia e strada comunale di collegamento alla chiesa Sant’Anna e Sant’Antonio.
Dopo una breve discussione la delibera è stata approvata con 18 voti favorevoli e 10 astenuti.
E’ saltata invece la discussione sul Regolamento del Piano generale degli Impianti Pubblicitari (Pgip) . Il Presidente De Minico ne ha annunciato il ritiro per approfondimenti e rinviata la discussione ad una prossima riunione del Consiglio.
Successivamente i lavori sono proseguti con la delibera di approvazione della  Costituzione del Comune di Benevento in Sub Ambito Distrettuale (Sad)  .Una delibea approvata con 17 voti favoreli e 8 contrari.
Sulle modifiche al Regolamento comunale una lunga discussione poiche riguardava l’abbassamento del quorum per l’approvazione dei muti da contrarre. Alla fine i consiglieri sono stati chiamati a votare gli articoli interessati alle modifiche uno alla volta.Tutte le modifiche approvate a maggioranza.
Approvate anche le linee di indirizzo strategiche di promozione del Piano comunale delle aree mercatali su suolo pubblico. Con 18 voti favorevoli e7 astenuti.
Sempre a magioranza approvata la delibera di indirizzi per la nomina e la designazione di rappresentanti del Comune negli enti strumentali.
All’unanimità infine approvata anche la delibera della Giunta comunale sul pagamento dell’IMU che slitta per alcune figure colpite da esigenze epidemiologiche Covid-19 .
In chiusura le dichiarazioni del Sindaco che tra l’altro si è detto preoccupato per la situazione scolastica.
Alla ripresa mancheranno aule, assenza dovuta non solo al rispetto delle norme per il distanziamento sociale previste dalla pandemia, ma anche per lo stato delle strutture.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here