Amm.ve. “In cammino per il cambiamento a Benevento”. Dialogo per le forze politiche

Le forze politiche che stanno dialogando per il cambiamento di Benevento, in vista dell’appuntamento elettorale di ottobre 2021, hanno fatto una prima tappa di riflessione del loro cammino sulle trasformazioni necessarie ed urgenti che dovrebbero riguardare il welfare della città.

È nostra convinzione che Benevento possa diventare modello di OneHealth intervenendo con azioni che cambino la mentalità delle persone e rompano la vecchia mentalità. Il programma è ambizioso ma obbligato, non si può pensare di vivere in una bolla protetta senza essere toccati dal mondo esterno e le politiche sino ad oggi messe in atto dalla amministrazione in carica hanno tenuto conto delle singole esigenze, senza pensare che chi riceve un piacere individuale, finisce con il ledere la comunità e quindi anche chi ha ricevuto il piacere.

Occorre lavorare in sinergia per produrre un programma di rottura con la vecchia mentalità da proporre ai cittadini in maniera convincente e realizzabile, saremo in grado di proporre Benevento come modello da imitare per vivere il concetto di OneHealth (salute dell’ambiente = salute umana = salute della biodiversità).

Questo ambizioso programma si ottiene partendo da un partenariato di qualità e con proposte di programma e di visione condivise.

Partito Democratico, Civico22, Città Aperta, Movimento5Stelle, Per, Verdi Europei, Centro Democratico, Riformisti, Benevento Futura hanno svolto i primi due incontri del loro cammino corale ed hanno messo in chiaro alcuni punti programmatici chiari:

  • uscire dalla logica assistenzialista delle attuali politiche sociali e dotarsi di una vera visione di un moderno welfare di comunità;
  • uscire dalla frammentazione e dalla precarietà dei servizi dell’ambito sociale B1;
  • innovare i sistemi vecchi di presa in carico con le nuove normative e prassi sulla progettazione personalizzata delle situazioni complesse;
  • coniugare welfare sociale, welfare culturale e sviluppo locale;
  • sostenere i soggetti del Terzo Settore che assumano l’impegno ed il rischio di impiantare servizi capaci di produrre condizioni di maggior benessere comunitario;
  • aiutare la famiglia “metro di misura delle politiche locali”.

 

Per rilanciare il welfare vogliamo ripartire dalle aree della povertà educativa, della disoccupazione, della disabilità e della sofferenza psichica, della popolazione anziana, delle dipendenze patologiche, del contrasto alla violenza di genere, del recupero delle devianze penali.

Il gruppo di forze “in cammino verso il cambiamento” ha adottato alcune linee di interventi che verranno riproposti nel programma di una costituenda coalizione alternativa alla giunta mastelliana:

Garantire il 33% di copertura dei posti in asilo nido per i bambini della fascia zero-tre, come dovrebbe accadere in tutta Italia; avviare i percorsi personali di utilità collettiva e di uscita dall’indigenza per i percettori del reddito di cittadinanza; definire una piattaforma programmatica per garantire lo sport  a tutti gli adolescenti in condizioni di esclusione sociale attraverso il metodo del budget educativo; costruire percorsi di invecchiamento attivo che siano capaci di investire sulle energie della cosiddetta grey economy (l’economia del tempo libero  degli anziani) per la rivitalizzazione del centro storico, le proiezioni mattutine cinematografiche per fasce di popolazioni fragili e pensionati; la promozione di forme del welfare rurale attraverso gli agrinido e della agricasediriposo, la promozione dei Budget di Salute per tutte le persone con disabilità; l’affido familiare di vicinato per le famiglie in condizioni di multicomplessità.

Rispetto ai fenomeni emergenti ed ormai sempre più pericolosi della dipendenza patologica da gioco d’azzardo e della violenza di genere, il Comune di Benevento potrebbe essere una avanguardia delle soluzioni sociali innovative: come l’attivazione dei budget di riconversione della spesa del gioco d’azzardo ( 80 milioni o persi nell’anno 2019 tra i soli cittadini beneventani) in spesa per le determinati sociali della salute ( habitat, socialità, formazione, lavoro), lo sportello di ascolto e prevenzione per uomini violenti e di prevenzione delle violenze domestiche.

 

Siamo convinti che a partire da un welfare moderno la nostra Benevento potrà tornare ad essere non solo attrattiva di nuova popolazione ma anche generativa per le sue famiglie ed i suoi giovani.

Giovani che spesso si trovano a dover scegliere cosa prediligere tra lavoro e famiglia, tra necessità di emigrare e desiderio di restare.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here