ASSEMBLEA 300 ALLOGGI IACP: MASSICCIA PARTECIPAZIONE DI CIRCA 100 FAMILIE DI PRENOTATARI

 

 

Tutti gli intervenuti al dibattito assembleare hanno confermato apprezzamento e piena fiducia nell’operato del “Comitato prenotatari 300 alloggi”, nella persona del suo presidente Alfonso Pacilio, e dei rappresentanti sindacali del SUNIA e dell’APU, Giuseppe Falzarano e Paolo Iorio.

Nel corso del dibattito i numerosi interventi si sono soffermati sui vari aspetti della problematica e principalmente sui tempi di pubblicazione del bando generale, sui tempi certi delle costruzioni, sui costi effettivi degli alloggi e sulla trasparenza delle assegnazioni.

Nella stessa si è deciso anche di richiedere a breve un incontro con il Prefetto, quale organo di garanzia istituzionale, circa le azioni intraprese per superare gli enormi ritardi di Comune e IACP.

Tutto questo perché tutti i prenotatari, a oltre di due anni di distanza dall’emanazione del bando, cui hanno partecipato versando i ben cinquemila euro a testa previsti dal prebando, vanno perdendo la fiducia finora espressa verso i promotori dell’iniziativa: essi si sono stancati di ascoltare promesse, rimaste finora vuote, e di assistere ad annunci, cui non seguono fatti certi, quali l’emanazione del bando di partecipazione e l’inizio dei lavori. Incomprensibili e sconsiderati appaiono i ritardi finora accumulati e forti sono le responsabilità dell’amministrazione Comunale e dello IACP: i primi non hanno finora concesso le aree ed i permessi a costruire, non riuscendo a districarsi tra gli ostacoli creati ad arte dal cosiddetto “ partito della speculazione”, i cui esponenti siedono sui banchi della maggioranza e dell’opposizione; i secondi per la progettazione, finora carente, e per i costi troppo alti finora proposti per gli alloggi da costruire.

Forte è la preoccupazione e battaglieri sono i propositi dei prenotatari.

Tutti i partecipanti all’assemblea hanno espresso la volontà di por mano a forti iniziative di lotta, non escludendone forme anche clamorose e pubbliche, per smuovere le volontà dei responsabili istituzionali e per una evoluzione a breve della questione, con il perfezionamento dei dovuti passaggi tecnici per dare il via effettivo alla realizzazione del progetto.

Per questo agli enti preposti, IACP – COMUNE – REGIONE, viene chiesto di farsi carico nei tempi brevi delle proprie responsabilità e far decollare finalmente il progetto dei 300 alloggi.

In sintesi le richieste approvate dalla assemblea, su cui i partecipanti intendono sviluppare le loro prossime iniziative sono:

  1. Concessione dei suoli e rilascio dei permessi a costruire;

  2. Emanazione da subito del bando con criteri certi e verificabili, e controllo sociale con partecipazione dei rappresentanti degli inquilini ;

  3. Riduzione dei prezzi attuali degli alloggi ad un livello più abbordabile per le famiglie ;

  4. Estensione del contributo Regionale a tutte le famiglie prenotatarie;

  5. Revisione di alcune tipologie progettuali per abbassare i costi, conservando la qualità delle costruzioni.

 

Su questi punti i prenotatari si aspettano risposte concrete ed a breve dal Comune dallo IACP e dalla Regione, e da subito chiederanno un appuntamento con il Prefetto di Benevento, quale organo di garanzia istituzionale, cui esporre le loro proposte e per chiederne appoggio e sostegno.

 

 

SUNIA BENEVENTO APU BENEVENTO COMITATOPRENOTATARI

Il segretario provinciale il Coordinatore prov. le il Presidente

Giuseppe Falzarano Prof. Paolo Iorio Alfonso Pacilio

ARTICOLI CORRELATI