Benevento, Ciciretti: “Abbiamo acquisito ancora più consapevolezza. Tifosi? Dodicesimo uomo in campo”

Il fantasista del Benevento, autore di una perla nell’occasione del 1-1 che ha spianato la strada alla rimonta della Strega contro la Triestina, ha commentato così il successo di questa sera e il passaggio del turno.

SULLA VITTORIA CONTRO LA TRIESTINA: “Abbiamo preso gol dopo pochissimi minuti su una disattenzione da palla inattiva, ci avrebbe potuto spezzare le gambe visto che eravamo in casa ma l’abbiamo ripresa e poi siamo riusciti a fare il 2-1“.

SUL GOL: “Volevo calciare di prima in quel modo, infatti avevo chiesto che la palla mi venisse data piano. Alla fine è uscita così“.

SUI CAPELLI ROSA: “Me li ha chiesti mio figlio e li ho fatti, lo sapete che non sono tanto normale…“.

SULLA CONSA: “Abbiamo fatto un girone di ritorno importante, ci siamo persi un pochino perché davanti avevamo la Juve Stabia che vinceva ogni volta che noi vincevamo. Oggi abbiamo acquisito ancora più consapevolezza di quanta già non ne avessimo, il pubblico è stato dalla nostra parte ed è stato il dodicesimo uomo in campo. Per noi sono molto importanti, ci hanno dato una grossa mano: li ringraziamo e li aspettiamo martedì, sarà altrettanto importante“.

SUI GOL A GIRO: “Se segnassimo in tap-in andrebbe bene lo stesso. Al di là dei gol, la squadra ha fatto una buona prestazione. Il pareggio di Trieste probabilmente ci ha dato quella spinta in più per vincere stasera, siamo stati molto molto bravi“.

SUL NON ESSERE PIU’ TESTA DI SERIE: “Anche oggi avevamo due risultati su tre, ma mi sembra che abbiamo vinto. E’ un fattore che può aiutare, ma conoscendo il Mister non giochiamo per il pareggio. Nelle prossime due sfide cercheremo di portare a casa la vittoria“.

ARTICOLI CORRELATI