BILANCIO, LE LEGGI APPROVATE DAL CONSIGLIO VANNO FINANZIATE

“Faccio appello al presidente ed ai componenti della Commissione Bilancio affinché, nell’attuazione del Bilancio di previsione 2007, si ponga grande attenzione al problema di garantire adeguato finanziamento innanzitutto alle leggi di iniziativa dei consiglieri regionali approvate in questa Consiliatura”.E’ quanto afferma il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Sandra Lonardo.“Penso, ad esempio, a provvedimenti di grande valenza sociale, come il reddito per la vita a favore delle donne in allattamento ed in stato di necessità, l’istituzione delle Unità di senologia – Brest Unit, la promozione del parto fisiologico, l’istituzione del Garante dell’infanzia e del Garante dei detenuti, ecc. – ha proseguito la Presidente Lonardo -; senza fondi che ne garantiscano l’effettivo funzionamento, queste leggi rischiano di restare lettera morta. Diversamente, il Consiglio regionale, nella sua interezza, dovrà assumersi la responsabilità di deciderne l’abrogazione. Ritengo necessario, poi, che nel Bilancio di previsione 2007 vengano appostati i fondi necessari a consentire il finanziamento, per l’anno 2007, delle leggi di iniziativa del Consiglio regionale della Campania. Fare le leggi è il primo compito delle Assemblee legislative. Garantire l’effettività di questo principio fondamentale della democrazia è una necessità ed un dovere di verità nei confronti dei cittadini, che ci giudicano sulla scorta della reale ricaduta sui territori dei provvedimenti varati dalla nostra Assemblea”.“Intanto, – ha concluso la Presidente Lonardo – la Segreteria Generale, su mia richiesta, sta predisponendo un monitoraggio per verificare lo stato di attuazione di tutte le leggi varate in questa legislatura. Il monitoraggio verrà esteso alle norme varate prima del maggio 2005”.

ARTICOLI CORRELATI