Cittadinanza onoraria a giovane tunisina e progetto Sprar. Assessora Di Mezza: “Telese da sempre città inclusiva”

Telese è stata da sempre una comunità inclusiva e accogliente, ospitando sul proprio territorio molti cittadini provenienti da altre nazioni, oggi perfettamente integrati.

In linea con questa vocazione è stata istituita una delega specifica per curare i servizi per l’immigrazione: “Servizi agli immigrati”. Delega conferita all’assessora Filomena Di Mezza, che si occuperà di gestire prima di tutto lo SPRAR, ma anche tutte le situazioni legate all’ingresso e alla permanenza di cittadini stranieri.

In questi giorni il sindaco, tra i suoi primi atti ha riconosciuto la cittadinanza onoraria a una giovane tunisina, alla presenza di alcuni amministratori ed è stato un momento di festa.

Accoglienza e ospitalità hanno invece caratterizzato la visita dell’assessora al ramo a due, delle tre famiglie inserite nel progetto SPRAR, in compagnia della cooperativa che gestisce il servizio.

“Uno scambio di battute sulla loro esperienza di perseguitati in nazioni dove i diritti civili sono violati, ma soprattutto sul loro futuro al termine del progetto e sui sogni e le aspirazioni dei più piccoli – ha commentato l’assessora Di Mezza -. È proprio di questi giorni la notizia della concessione da parte del Ministero degli interni del finanziamento del progetto SPRAR per un altro triennio. Un impegno che continua e che si arricchirà di nuove esperienze di integrazione e di scambi”.

Nota a margine: Il Comune di Telese adotta le Raccomandazioni per un uso non sessista della lingua italiana di Alma Sabatini e le indicazioni della Commissione Pari Opportunità della Federazione Nazionale Italiana della Stampa.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here