Comunali, il candidato sindaco Raffaele Tibaldi incontra i vertici di Confindustria

“Benevento è una città che ha sempre mostrato la sua forte vocazione imprenditoriale ma questa da sola non basta. Nel nostro capoluogo i problemi da risolvere sono tanti ed io sono pronto a trovare le giuste soluzioni insieme a coloro che sentono il dovere, come me, di farlo. Queste le parole utilizzate dal candidato sindaco Raffaele Tibaldi durante l’incontro con i vertici di Confindustria Benevento.
I sette punti cardine del masterplan proposto dagli industriali sanniti in collaborazione con l’Ance si accordano con il programma elettorale dell’avvocato Tibaldi, divulgato ai cittadini anche sottoforma di brochure interattiva. A fare gli onori di casa il vice presidente di Confindustria Benevento, Filippo Liverini che ha moderato il colloquio presentando al candidato Raffaele Tibaldi il documento “Pillole di Futuro” nel quale sono raccolte idee utili a dare uno slancio positivo alla città.
“Sono contrario alla costruzione di nuovi edifici in città – ha spiegato il professionista beneventano. Credo, infatti, in un’idea che parta dalla ristrutturazione di quelli già esistenti. Inoltre – ha aggiunto Tibaldi – il Puc è superato e ha bisogno di modifiche utili alla città”.
Ottimo confronto, dunque, anche con il presidente dell’Ance, Mario Ferraro che ha riscontrato l’effettiva sovrapponibilita’ delle proposte avanzate dall’associazione dei costruttori edili, da lui guidata, con quelle presenti nel progetto della lista “Benevento Polo Civico”.
La chiacchierata è andata avanti toccando diversi argomenti caldi: dalla quasi assente valorizzazione del patrimonio culturale alla poca attenzione posta nella formazione dei giovani universitari, costretti a spendere le proprie capacità in destinazioni lontane da Benevento. Pareri concordanti anche con il presidente della sezione Turismo di Confindustria Luca Mazzone che ha riscontrato la verità nelle affermazioni, avanzate da Tibaldi, in merito al mancato sviluppo di Benevento in termini di turismo, nonostante la centricita’ geografica.
Proposte concrete e realizzabili, quindi, quelle nate dal confronto con l’associazione degli industriali sanniti. “Amo la mia città e sono pronto a collaborare ed ascoltare le idee di coloro che continuano ad investire nel nostro territorio. Il tempo è poco – ha concluso Il candidato sindaco Tibaldi – e non va sprecato”.

ARTICOLI CORRELATI