Ospedale San Pio. Elogio di un paziente per l’U.O.C. di Medicina d’urgenza

Gli attestati di gratitudine per gli operatori dell’A.O.R.N. “San Pio”, guidata dal Direttore Generale Mario Nicola Vittorio Ferrante, si succedono ad un ritmo tale da non fare spesso notizia.

Eppure è doveroso dare merito a quanti con superlativa competenza unita ad una straordinaria disponibilità, si prodigano “curando con cura” il prossimo in condizione di infermità, spesso senza porsi limiti di tempo e sacrificando talvolta esigenze personali e familiari.

Questa volta l’elogio è per il personale della U.O.C. di Medicina d’Urgenza, diretta dalla Dott.ssa Giovanna Guiotto.

La missiva giunge dalla sorella di un paziente, <<affetto fin dalla nascita dalla sindrome rara di Lesch Nyhan>>.

Racconta che il congiunto, ricoverato in fin di vita presso l’Azienda Ospedaliera, <<grazie alla fattiva collaborazione, all’affetto dimostrato, alla professionalità e competenza, alla umanità di tutto il personale, ai dirigenti medici del reparto di medicina di urgenza … ha potuto rivedere la luce della vita in cui nessuno più di noi cari aveva la speranza>>.

Le parole assumono accenti di sommo entusiasmo per sanitari che, <<pur non conoscendo le peculiarità della malattia rara di cui … è affetto>>, sono brillantemente riusciti a tirarlo fuori da una condizione a dir poco disperata.

La signora riferisce, quindi, anche dei complimenti della <<Presidente … dell’Associazione “sindrome Lesch Nyhan>>, nonché della <<Nefrologa presso il Gaslini di Genova, la quale porge vivi ringraziamenti ed onori all’equipe di medicina d’urgenza del San Pio di Benevento in particolare alla dott.ssa Guiotto che, anche per quanto il mio personale pensiero, è una donna dotata di una forte sensibilità umana ancor prima di essere un medico competente e molto vicino ai suoi pazienti>>.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here