Perché Fiorentina-Benevento non sarà mai una partita come le altre

Fiorentina's Davide Astori reacts during the Italian Serie A soccer match ACF Fiorentina vs AS Roma at Artemio Franchi stadium in Florence, Italy, 05 November 2017. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

La nuova Fiorentina di Cesare Prandelli esordirà contro il Benevento: il calcio d’inizio è in programma domenica alle 12:30 al Franchi. Si tratta della seconda partita della storia tra le due squadre che si giocherà nello stadio fiorentino. La prima ce la ricordiamo tutti, purtroppo. Era l’11 marzo del 2018 e la Viola, allenata all’epoca da Stefano Pioli, tornava in campo per la prima volta dopo la morte di Davide Astori. Anche in quel caso la partita si disputò all’orario di pranzo e finì 1-0 per la Fiorentina grazie al colpo di testa di Vitor Hugo, anche se il risultato non fu certo l’aspetto più importante. Quella domenica tutto il Franchi celebrò il compianto capitano viola, scomparso tragicamente qualche giorno prima in un hotel di Udine.

Due anni e qualche mese più tardi, la Viola si prepara ad ospitare nuovamente il Benevento. Una partita assolutamente importante perché sarà la seconda prima volta di Prandelli sulla panchina gigliata. Una motivazione assolutamente diversa rispetto a quella del marzo 2018, ma che rende Fiorentina-Benevento un appuntamento mai banale. 

www.fiorentinanews.com

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here