Benevento-Foggia 1-0, la Strega soffre ma conquista i tre punti (FOTO)

Big-match del saturday-night valido per la 29esima giornata del girone C della Serie C 2023-24, la decima del girone di ritorno, tra Benevento Foggia al Ciro Vigorito. La Strega, reduce dalla vittoria di lunedì scorso proprio tra le mura amiche contro il Sorrento con cui ha fatto registrare il nono risultato utile consecutivo, è seconda in classifica da sola con 51 punti. Mister Auteri, che dovrà fare a meno dello squalificato Pastina ma reintegra Karic, schiera i giallorossi con il 3-4-3 e con alcune novità: c’è Terranova al centro della difesa, Simonetti sulla corsia mancina; sorpresa in attacco. I Diavoli, alle prese con diverse assenze (lo squalificato Ercolani e gli infortunati CarilloRizzoEmbalo Marzupio), sono reduci dalla vittoria contro in rimonta contro il Crotone nell’ultimo turno, la terza di fila, che li ha portati al quattordicesimo posto con 35 punti. Mister Cudini schiera i rossoneri non con il classico 4-3-3 ma con il 3-5-2: Papazov titolare nel terzetto difensivo, Schenetti dal 1′ a centrocampo.

PRIMO TEMPO. Al via il big-match del Vigorito tra Benevento e Foggia, dopo aver ricordato la scomparsa dello storico Direttore giallorosso Giovanni Mariani con un minuto di silenzio e il lutto al braccio indossato dai giocatori della Strega. Primo sussulto dei padroni di casa all’ottavo: cross di Berra per Lanini, il numero 90 contrastato da Salines spara alto. Cambio per gli ospiti all’11esimo: non ce la fa Odjer che esce per infortunio, al suo posto Marino. Occasionissima per il Foggia al 13esimo: Millico ci prova con il destro dai 25metri, Paleari tocca la sfera che poi sbatte sul palo favorendo il possibile tap-in di Santaniello, il quale però trova una miracolosa opposizione dell’estremo difensore giallorosso. Prova ad auto-innescarsi Lanini al 20esimo, Silvestro fa buona guardia senza prendersi troppi rischi. Superata la prima metà dal primo tempo al Vigorito, il Benevento prova a gestire il possesso del pallone alla ricerca del varco giusto per scardinare la difesa rossonera ma il Foggia si copre bene senza lasciare spazi; gioco abbastanza spezzettato ma comunque intenso. Occasione per la Strega allo scoccare della mezz’ora: cross dalla destra di Improta, sul secondo palo arriva Simonetti che però manda ampiamente alto. Non rinunciano a farsi vedere in avanti i pugliesi, senza però impensierire eccessivamente Paleari che partecipa attivamente alla costruzione della manovra dei suoi compagni. Conclusione di Bolsius al 35esimo, palla deviata e corner per i sanniti. Foggia in avanti al 40esimo: disimpegno sbagliato dei padroni di casa che favorisce la ripartenza dei Diavoli, Schenetti impegna Paleari e sulla respinta da posizione defilata non trova né la porta né una deviazione. Ultime fasi della prima frazione: tentativo di Lanini praticamente dal cerchio del centrocampo, Perina controlla che la palla termini sul fondo. Vogliono chiudere in avanti gli ospiti nei due di recupero: colpo di testa di Salines sul corner di Schenetti, palla fuori di poco.

SECONDO TEMPO. Nessuna sostituzione per i due allenatori all’intervallo, tornano in campo gli stessi 22 che hanno concluso la prima frazione. Occasione per il Benevento al 48esimo: corner di Ciciretti, Berra impatta la sfera di testa ma trova la grande e attenta risposta di Perina con i piedi. Prolungato possesso palla per la Strega, che però si trasforma quasi sempre in un nulla di fatto. Vantaggio del Benevento al 55esimo: Pinato lascia la sfera a Improta, il jolly puteolano imbuca per Lanini che, a tu per tu con Perina nonostante fosse in posizione leggermente defilata, porta in vantaggio i sanniti con il destro; seconda rete in maglia giallorossa per l’ex Reggiana. Primo cambio per Mister Auteri: esce Ciciretti, al suo posto Ciano. Ancora al tiro Lanini al 59esimo, sinistro alto. Risponde il Foggia all’ora di gioco: conclusione di Schenetti dopo lo stop di petto di Santaniello, solo angolo per i Diavoli. Doppia sostituzione per i padroni di casa, che si rifanno completamente il look in avanti: fuori Bolsius e Lanini, dentro Marotta Carfora. Appena entrato, El Diablo viene subito ammonito dall’arbitro per un duello aereo: diffidato, salterà la trasferta di giovedì contro il Potenza al Viviani. Ottima copertura di Terranova su un tentativo al limite dell’area dei rossoneri. Qualche leggerezza di troppo al termine della prima metà del secondo tempo per la Strega, ora sono i pugliesi a provare a mantenere il possesso palla alla ricerca del pareggio. Secondo cambio per Mister Cudini: Rolando rileva Tascone, cambio offensivo per gli ospiti. Occasione per il Foggia al 72esimo: tentativo di Riccardi con il mancino dal limite dell’area dopo il servizio di Marino, palla fuori. Mini-rissa al 78esimo dopo un contrasto abbastanza irruento tra Millico e Ciano: entrambi ammoniti dal direttore di gara. Si riaffacciano in avanti i sanniti, la conclusione di Pinato viene murata da un difensore. Doppia sostituzione per i pugliesi: escono Silvestro e Schenetti, entrano Di Noia Gagliano; forze fresche e offensive per Mister Cudini. Azione prolungata per gli ospiti al limite dell’area, Vezzoni va alla conclusione che termina ampiamente fuori. Qualche problema per Pinato, al suo posto entra Viscardi: cambio difensivo per Auteri all’86esimo. Grande occasione per i Diavoli all’88esimo: Salines da posizione defilata impegna Paleari alla parata, sulla respinta Millico carica il destro al volo a botta sicura ma Berra si oppone e salva il risultato. Benevento tutto sotto-palla in questi ultimi minuti dei tempi regolamentari. Resta a terra Ciano dopo un tentativo di conclusione nei pressi del limite dell’area, dopo un contrasto con Vezzoni; il numero 10 sembra in grado di continuare. Conclusione di Di Noia nel terzo dei quattro minuti di recupero, palla fuori.

Il Benevento di Gaetano Auteri vince soffrendo e colleziona il decimo risultato utile consecutivo (di cui sette vittorie, tre di fila considerando anche quella di questa sera). La Strega, con questo risultato, si porta a quota 54 restando seconda in classifica in solitaria ma accorciando, almeno per due notti, le distanze dalla Juve Stabia capolista, ora a -4. I giallorossi saranno impegnati giovedì sera, alle 20:30 con diretta su RaiSport, nel turno infrasettimanale del Viviani contro il Potenza, che questa sera pareggiato 1-1 con il Sorrento in una delle sfide delle 20:45. Il Foggia di Mirko Cudini, invece, cade in trasferta dopo tre vittorie di fila e resta a quota 35, quattordicesimo.

IL TABELLINO.

BENEVENTO (3-4-3): Paleari (C); Berra, Terranova, Capellini; Improta, Nardi, Pinato (dal 41’s.t. Viscardi), Simonetti; Ciciretti (dall’11’s.t. Ciano), Lanini (dal 17’s.t. Carfora), Bolsius (dal 17’s.t. Marotta). A disposizione: Manfredini, Nunziante, Benedetti, Rillo, Agazzi, Karic, Kubica, Simonetti, Talia, Ferrante, Starita. All.: Gaetano Auteri.

FOGGIA (3-5-2): Perina; Papazov, Riccardi, Salines; Silvestro (dal 38’s.t. Di Noia), Tascone (dal 26’s.t. Rolando), Odjer (dall’11’p.t. Marino), Schenetti (C, dal 38’s.t. Gagliano), Vezzoni; Santaniello, Millico. A disposizione: De Simone, Nobile, Castaldi, Tenkorang, Martini, Tonin, Antonacci, Manneh, Brancato. All.: Mirko Cudini.

MARCATORI: 10’s.t. Lanini (B)

AMMONITI: 12’s.t. Salines (F), 18’s.t. Marotta (B), 25’s.t. Pinato (B), 34’s.t. Millico (F), 34’s.t. Ciano (B)

ESPULSI: /

RECUPERO: 2’p.t., 4’s.t.

ARBITRORoberto Lovison di Padova. ASSISTENTIDavide Conti di Seregno e Michele Decorato di Cosenza. QUARTO UOMOAlberto Ruben Arena di Torre del Greco.

ARTICOLI CORRELATI