Coronavirus. Ingegnere sannita muore a 37 anni: Giovanna non sapeva di essere positiva

E’ morta a 37 anni l’ingegnere Giovanna Sauchella , originaria di Telese Terme, in provincia di Benevento, contagiata dal Coronavirus .

E’ la vittima più giovane in Abruzzo lo riporta nell’edizione odierna IL MATTINO

Giovanna viveva a Pescara con il marito Gianluca, ingegnere anche lui. Da tempo la coppia si era trasferita dalla Campania in questa regione per cercare lavoro, poi Giovanna si era ammalata di una grave malattia e il Covid è stata la spallata finale, come dicono i medici la «concausa della morte».

Martedì, le sue condizioni di Giovanna, già molto precarie, sono peggiorate e si è rivolta al pronto soccorso del Santo Spirito di Pescara , dove dopo qualche ora è morta. Nessuno sapeva che aveva contratto il Covid, di sicuro non lo immaginava neanche a lei, alle prese già con gravi sofferenze fisiche. Dopo il decesso, è stato effettuato il tampone e si è scoperto che era positiva.

Giovedì, scrive IL MATTINO, il corpo è tornato a Telese Terme, nel suo paese, per essere sepolto. Per la sua malattia, è stato precisato che non era in cura all’ospedale di Pescara, il cui reparto di Oncologia è attualmente chiuso proprio per Covid 19.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here