Tornano piogge, temporali e anche neve: cosa succede

Un fronte freddo in arrivo dal Nord Atlantico, sta già interessando alcune zone del Centro-Nord e nelle prossime 48 ore sarà ulteriormente accompagnato da piogge, temperature in calo e il ritorno di qualche nevicata sui monti.
Ma andiamo con ordine e vediamo cosa ci aspetta sul fronte meteorologico.

Già dalle prossime ore il fronte freddo sarà in azione su molte zone del Nordest dove cadranno piogge sparse localmente sotto forma di rovescio. Più a rischio saranno la Liguria di Centro-Levante, la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Triveneto.
Nel pomeriggio qualche nevicata potrà imbiancare l’arco alpino orientale a quote prossime ai 1500-1600m.
Brutto tempo anche al Centro dove piogge e qualche temporale colpiranno già in mattinata la Sardegna e quindi il Lazio con fenomeni attesi anche a Roma, al Toscana, le Marche (piogge forti nel pomeriggio) e l’Abruzzo. Tra il pomeriggio e la sera rovesci e temporali anche su molte aree del Sud, segnatamente su Campania e Calabria tirrenica. Fenomeni più deboli sono invece attesi sul resto delle regioni meridionali. Nel contempo il quadro meteorologico farà registrare un miglioramento al Nord, grazie anche all’ingresso di venti settentrionali che puliranno il cielo. Sul fronte climatico, registreremo una moderata diminuzione delle temperature soprattutto al Nordest e sulle regioni centrali.

Il fronte perturbato proseguirà poi la sua corsa verso levante nel corso della notte e Martedì il maltempo concentrerà i suoi effetti soprattutto al Sud e sulle regioni adriatiche del Centro dove insisteranno piogge a tratti moderate, temporali sparsi e anche qualche bianca sorpresa sulle cime più alte dell’Appennino centrale. Andranno meglio invece le cose sui versanti tirrenici del Centro e su gran parte del Nord avvolti da un’atmosfera più limpida ma decisamente più rigida.
Ci attendiamo infatti un netto rinforzo dei Venti freddi di Bora sul Nordest e sulla fascia adriatica, mentre sul lato opposto (versante tirrenico) si attiveranno forti venti di Maestrale con moto ondoso in deciso aumento. Il tutto sarà condito ovviamente da un ulteriore calo termico più evidente la notte al Nord e nelle ore diurne al Sud e sulla regioni adriatiche del Centro.

Insomma, a conti fatti, l’atmosfera sembra finalmente essersi risvegliata dopo il lungo e mite letargo che ha caratterizzato le prima parte di Novembre. Salvo sorprese infatti, nel corso della settimana altri interessanti eventi si preparano a riportare la stagione sui giusti binari.

adnkronos

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here