Dichiarazione sindaco

Nella nota il Sindaco sottolinea che la legalità e la sicurezza dei cittadini non sono temi ad esclusivo appannaggio di questa o quella forza politica, o ancora peggio, di un solo partito. Il tentativo di preservare il territorio dai pericoli della criminalità, è sforzo comune che va riconosciuto non solo alle classi dirigenti ma a tutti gli attori sociali di Benevento.Continuando il sindaco si è soffermato sull’utilità sociale del provvedimento di indulto recentemente licenziato dalle Camere con un ampissima maggioranza, trasversale agli schieramenti.“Le pene devono tendere alla rieducazione del condannato”, recita la Costituzione Italiana. Questa norma sovrana, sostiene Pepe, viene costantemente disattesa negli istituti penitenziari italiani evidentemente congestionati ed invivibili, per oggettiva constatazione degli esponenti di tutte le forze politiche. Di fronte al crescente degrado dei penitenziari italiani, il provvedimento di indulto ha rappresentato un primo atto di giustizia, condotto in porto con estrema perizia, dal ministro della Giustizia Mastella. Anche per questo, secondo il sindaco, sono fuori luogo gli attacchi rivolti dalla Zeoli che arriva finanche a dividere la società tra “persone perbene” e “delinquenti”. Questa amministrazione è particolarmente attenta alla questione, e non a caso ha pianificato e messo in campo diverse iniziative, che mirano a diffondere nel tessuto sociale la cultura e la pratica della legalità e della giustizia. In ciò supportando, ed affiancando ogni volta che sarà necessario, l’attività delle forze dell’ordine preposte ad indagare, comprendere, arginare e punire i reati commessi. L’IdV, che ha recentemente revocato il proprio sostegno alla maggioranza, conclude il sindaco Pepe, propone l’adesione ad un protocollo di legalità sugli appalti. Questa amministrazione è pronta a confrontarsi; la cultura della legalità, della trasparenza, e quindi del rispetto per tutti i cittadini sono alla base del nostro operare e, soprattutto, del nostro programma di mandato”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here