RIFIUTI: LONARDO, BENEVENTANO SOLIDALE MA CHIEDE GARANZIE

E’ quanto ha affermato il presidente del Consiglio Regionale della Campania, Sandra Lonardo, che, stamane, ha tenuto un’audizione, insieme con la III e la VIII Commissione consiliare permanente, sui riflessi produttivi e nel settore agroalimentare derivanti dalla discarica situata nel Comune di S. Arcangelo Trimonte.” “L’inchiesta della magistratura rafforza la legittima richiesta di garanzie sui controlli e sul rispetto delle norme comunitarie e nazionali a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini da parte delle popolazioni” ha aggiunto il presidente Lonardo che, la scorsa settimana, ha visitato la discarica destinata a raccogliere circa settecentomila tonnellate di rifiuti. “Nelle vicinanze della discarica operano molte aziende del settore agroalimentare che costituisce l’asse portante dell’economia locale” ha evidenziato il presidente Lonardo, secondo la quale “va costituito un gruppo di lavoro interistituzionale e tecnico finalizzato a monitorare e tutelare questa realtà produttiva e a garantirne la prosecuzione e lo sviluppo”. Il presidente della Commissione Attività produttive Giuseppe Sarnataro ha annunciato che “le Commissioni III e VIII si recheranno presso la discarica di S. Arcangelo Trimonte per valutarne direttamente gli effetti sull’agricoltura e sulle attività produttive e per mettere in campo, insieme con l’assessorato competente, una azione strategica di sviluppo”. Il segretario della III Commissione Mario Ascierto Della Ratta ha sottolineato che “la provincia di Benevento intende ovviamente rispettare quanto deciso dal Governo e dal commissariato per i rifiuti dando il proprio contributo alla soluzione dell’emergenza, ma chiede che venga ad essa riconosciuto il danno ecologico, economico e sociale provocato dalla discarica attraverso una serie di benefici, come le bonifiche e misure di facilitazione per l’accesso al credito delle imprese operanti nell’area”. Tra i partecipanti all’audizione il presidente della provincia di Benevento Aniello Cimitile, il sindaco di S.Arcangelo Trimonte, Aldo Sangregorio, e il vicesindaco di Paduli, Claudio Tranfaglia, il sindaco di Buonalbergo. Tutti gli amministratori locali hanno espresso preoccupazione “per l’impatto ambientale, economico e sociale di una discarica tanto grande e inadeguata per un piccolo comune di tremila abitanti quale è S.Arcangelo” e hanno chiesto al Consiglio regionale della Campania e all’assessorato alle attività produttive “di farsi garanti della tutela del territorio e delle realtà produttive che vi operano, attraverso un programma di tutela e di sviluppo delle imprese”. L’incontro si è concluso con l’impegno di incontrare l’assessore all’agricoltura e alle attività produttive Andrea Cozzolino per poter definire azioni concrete per gli allevatori e gli operatori dell’area agrolimentare dell’area beneventana. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here