Triestina-Benevento 1-1: il gran destro di Lanini risponde al vantaggio di Redan

Esordio nei Play-Off di Serie C 2023-24 per il Benevento, ospite della Triestina nel match valido per l’andata del Primo Turno Nazionale al Nereo (il ritorno si disputerà sabato 18 p.v. al Vigorito). Gli Alabardati sono reduci dal pareggio interno contro la Giana Erminio, agguantato a 5′ dalla fine, che ha concesso loro di proseguire il cammino negli spareggi promozione in virtù del miglior posizionamento in classifica al termine della regular season. Mister Bordin, che avrà a disposizione l’intero organico, schiera i rossoalabardati con il 3-4-2-1: c’è l’ex Vallocchia a centrocampo, diversi cambi in avanti. La Strega, reduce invece dal ritiro al Mancini Park Hotel di Roma e dagli allenamenti “casalinghi” e supportata da 168 tifosi, vuole continuare a cullare il sogno promozione in virtù anche dei due risultati a favore per accedere al Secondo Turno Nazionale (in caso di pareggio, con eguale differenza reti, sarebbero i giallorossi ad andare avanti nel post-season). Mister Auteri conferma il 3-4-3 nonostante la mini-emergenza difensiva: Simonetti titolare sulla corsia mancina, panchina per Ciciretti.

PRIMO TEMPO. Primissimi secondi ad alta intensità al Rocco: la Triestina prova ad avanzare fin da subito ma il Benevento è attento, Nardi parte in contropiede e prova a servire Lanini; l’azione si conclude con un nulla di fatto. Ritmi intensi da parte delle due squadre, che si affrontano a viso aperto: dopo qualche minuto concesso ai giuliani, i sanniti cominciano a conquistare campo in zona offensiva. Il primo tiro nello specchio, infatti, è dei giallorossi al 12esimo: Simonetti calcia in porta da posizione defilata dopo il cross dalla destra di Improta e l’uscita quasi a vuoto di Agostino, riesce a respingere l’estremo difensore di casa. Rispondono i rossoalabardati al 16esimo: ci prova Correia da fuori area dopo aver rubato la sfera a Nardi, palla fuori non di molto. Lo imita poco dopo Talia, in chiusura di una percussione palla al piede in solitaria: tiro fuori misura. Metà del primo tempo al Rocco: partita vivace e aperta, seppur non siano state create chiare occasioni da gol dalle due formazioni. Vantaggio dell’Unione al 25esimo: Vallocchia serve bene Redan nell’area di rigore, l’attaccante di proprietà del Venezia ha tutto il tempo di controllare il pallone e prendere in controtempo Paleari con un destro a incrociare. Sfiorano il raddoppio i padroni di casa al 28esimo: sinistro di Petrasso direttamente da punizione dai 20metri, palla fuori di poco. Ancora Triestina a centimetri dal 2-0: dopo un leggero contatto in area tra Vallocchia e Simonetti sul filtrante di D’Urso, va al destro Germano da posizione angolata con la deviazione di Berra che manda la sfera sul palo. Alabardi padroni del campo e sempre più pericolosi: sinistro di un indemoniato Vallocchia dalla distanza, traversa. Poco dopo altro destro di Redan da una mattonella contigua a quella dell’1-0, blocca a terra Paleari. Prova a reagire la Strega al 29esimo, squillo di Improta da fuori area: Agostino si distende e fa sua la sfera sul sinistro telefonato del numero 16.

SECONDO TEMPO. Al via la ripresa al Rocco, nessun cambio nell’intervallo per i due allenatori. Prima conclusione per la Triestina nella seconda frazione, Minesso serve D’Urso ma la sua conclusione termina a lato. Prova ad affacciarsi in avanti anche il Benevento, il calcio di punizione di Lanini s’infrange sulla barriera. Spingono in questa fase i giallorossi, alla ricerca del gol del pari: rossoalabardi in leggera difficoltà, con un baricentro molto più basso rispetto al primo tempo. Cambio obbligato per Mister Bordin al 60esimo: esce in lacrime Agostino, caduto male sulla caviglia sinistra dopo l’uscita sul calcio di punizione di Improta; al suo posto Matosevic. Prima sostituzione anche per Mister Auteri all’ora di gioco: fuori Ferrante, entra Ciciretti. Doppio cambio per i padroni di casa, entrambi nel reparto offensivo: El Azrak e Ballarini rilevano Minesso e D’Urso. Gioco molto più spezzettato in questa ripresa rispetto alla prima frazione, superata la prima metà nel secondo tempo: i giuliani continuano a condurre. Seconda sostituzione per i sanniti al 74esimo: esce Talia, dentro Perlingieri. Brutta palla persa da Berra in zona offensiva, ottimo però l’immediato ripiegamento e recupero in fase difensiva dell’ex Pordenone. Pareggio del Benevento al 76esimo: Lanini, servito da Nardi, sistema il pallone e calcia con il destro a giro quasi dal vertice sinistro dell’area di rigore; la sfera bacia il palo e termina la propria corsa in rete sotto l’incrocio. Triplo cambio in casa Strega, Auteri ridisegna la formazione: fuori Simonetti, Nardi e Lanini; al loro posto Meccariello (al rientro dopo 8 mesi), Agazzi Bolsius. Doppia sostituzione anche per l’UnioneCiofani Anzolin rilevano e Struna e Petrasso. Prova ad attaccare ora la Triestina con le energie rimaste, mentre il Benevento non ha alcun interesse nell’alzare i ritmi e gestisce la sfera provando a farsi vedere anche in avanti. Sinistro di Perlingieri al secondo dei cinque di recupero, respinge Matosevic; poco dopo ci prova anche Improta con il destro da posizione defilata, corner. Ciciretti a un passo dall’1-2: Perlingieri appoggia per El Gordo che, con il sinistro dal limite dell’area, chiama Matosevic a una deviazione miracolosa in angolo. Al quinto di recupero i giallorossi siglerebbero anche il gol dell’1-2 con un bel sinistro al volo di Pinato dal limite dell’area, ma l’arbitro annulla tutto per un fallo ai danni di Rizzo; espulso, dopo il triplice fischio, lo stesso Pinato per proteste.

Il Benevento di Gaetano Auteri pareggia 1-1 al Nereo Rocco contro la Triestina nell’andata del Primo Turno Nazionale dei Play-Off della Serie C 2023-24. Un risultato tutto sommato positivo della Strega che, in virtù del miglior piazzamento al termine della regular season, sabato avrà a disposizione anche il pari per poter accedere al Secondo Turno Nazionale. I giallorossi poi, nel finale, hanno più volte sfiorato il gol della vittoria.

IL TABELLINO.

TRIESTINA (3-4-2-1): Agostino (dal 15’s.t. Matosevic); Malomo (C), Struna (dal 37’s.t. Ciofani), Rizzo; Germano, Vallocchia, Correia, Petrasso (dal 37’s.t. Anzolin); Minesso, D’Urso; Redan. A disposizione: Diakité, Moretti, Pavlev, Celeghin, Ballarini, El Azrak, Fofana, Gunduz, Jonsson, Lescano, Vertainen. All.: Roberto Bordin.

BENEVENTO (3-4-3): Paleari (C); Berra, Capellini, Viscardi; Improta, Talia (dal 29’s.t. Perlingieri), Nardi (dal 36’s.t. Agazzi), Simonetti (dal 36’s.t. Meccariello); Lanini (dal 36’s.t. Bolsius), Pinato, Ferrante (dal 15’s.t. Ciciretti). A disposizione: Giangregorio, Manfredini, Masciangelo, Rillo, Karic, Kubica, Carfora, Ciano, Marotta, Starita. All.: Gaetano Auteri.

MARCATORI: 25’p.t. Redan (T), 31’s.t. Lanini (B)

AMMONITI: 29’p.t. D’Urso (T), 31’p.t. Redan (T), 23’s.t. Nardi (B),

ESPULSI: 45-6’s.t. Pinato (B)

RECUPERO: 1’p.t., 5’s.t.

ARBITROMattia Caldera della sezione di Como. ASSISTENTIMarco Matteo Barberis di Collegno e Matteo Cardona di Catania. QUARTO UOMOMarco Emmanuele di Pisa. VAR e AVARMarco Serra di Torino e Daniele Minelli di Varese.

ARTICOLI CORRELATI