Buoni libro anno 2015/2016, l’assessore Serluca scrive all’OSL: “882 famiglie non possono attendere oltre per un eccesso di burocrazia”

L’assessora con delega all’Istruzione, Maria Carmela Serluca, ha inviato una nota al presidente dell’Organismo Straordinario di Liquidazione relativamente alla questione dei contributi per l’acquisto dei libri scolastici per l’annualità 2015/2016 che, a distanza di cinque anni, ancora non sono stati corrisposti ai nuclei familiari beneficiari.

Un lasso di tempo determinato in parte dai ritardi nell’erogazione del contributo da parte della Regione Campania e in parte dalla volontà dell’OSL di liquidare direttamente tale contributo solo a seguito della presentazioni di apposita istanza di insinuazione al passivo da parte dei beneficiari e della successiva attestazione da parte dell’Ufficio Istruzione.

L’assessora Serluca nella nota inviata oggi all’OSL ha ricostruito tutte le tappe della vicenda ricordando anche che l’Ufficio Istruzione, considerata la specifica destinazione dei contributi, ha più volte richiesto di poter procedere alla liquidazione diretta del contributo ai beneficiari in modo da accelerare i tempi di erogazione.

Ritengo che non sia assolutamente giusto – ha dichiarato l’assessora Serluca – che per un eccesso di burocrazia ben 882 nuclei familiari, a distanza di cinque anni, continuino ad attendere un misero contributo per l’acquisto dei libri. Ancora più assurdo mi sembra l’ipotesi che gli stessi, per ottenerlo, debbano sottoporsi all’ennesima via crucis presentando l’istanza di insinuazione al passivo e con la necessità di richiedere l’apposita attestazione da parte dell’Ufficio Istruzione. Tra l’altro, l’OSL, se non vuole creare ulteriore disagi ai cittadini, può procedere immediatamente alla liquidazione del contributo in quanto è in possesso sia della lista dei beneficiari che dell’ammontare del contributo che ogni nucleo familiare deve ricevere. Pertanto, spero che l’OSL provveda al più presto a risolvere la questione altrimenti, così come preannunciato nella nota odierna, l’Ente porrà in essere tutte le iniziative possibili per superare l’attuale e deprecabile impasse.”

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here