Meteo: fine NOVEMBRE con SVOLTA GELIDA! Fuori CAPPOTTI e GUANTI, arriva l’aria POLARE, poi le GELATE e pure la NEVE

All’orizzonte si vede una svolta. La lunga fase mite e poco autunnale che ci ha accompagnati fino a questo momento (e onestamente anche piuttosto anomala), potrebbe venir spazzata via nelle prossime settimane. Per fine di novembre ci aspettiamo infatti un freddo cambiamento, con l’arrivo di aria polare che ci costringerà verosimilmente a tirar fuori dagli armadi cappotti, sciarpe e guanti.

Ormai dall’inizio di novembre l’autunno dell’immaginario collettivo, fatto di piogge e dei primi freddi, è quasi totalmente scomparso. Ma perché? La “colpa” è di un poderoso blocco anticiclonico presente sull’Europa centro-meridionale che ha costretto le perturbazioni a passare a latitudini ben più elevate regalandoci giornate molto miti e soleggiate, salvo per la presenza sulle nostre pianure di qualche banco di nebbia.

SVOLTA – Verso la fine del mese, segnatamente intorno al 24/25 novembre, una massa d’aria molto fredda di origine polare-continentale potrebbe scivolare dalla Russia lungo il bordo orientale dell’ingombrante nucleo anticiclonico che si trova collocato tra i settori orientali europei e la Russia. Se ciò venisse confermato, è ipotizzabile un crollo delle temperature dapprima sull’Europa centro-orientale, con successivo interessamento anche dell’Italia, specie delle regioni del Nord e dei settori adriatici. La variazione termica potrebbe essere anche piuttosto marcata, con i valori che si riporteranno addirittura fin sotto la media di qualche grado. Preparate dunque i vestiti più pesanti, perché almeno durante le ore notturne e al primo mattino potremmo facilmente sperimentare le prime gelate di stagione, fin sulle pianure.

La nostra attenzione si concentra poi sui giorni a seguire, diciamo dopo il 27/11, quando un attacco perturbato (questa volta di origine Polare Marittima) investirà dapprima le Isole Britanniche e la Francia per poi tuffarsi nel bacino del Mediterraneo dalla Porta del Rodano. Mancano ancora tanti giorni e per questo motivo invitiamo alla prudenza e a seguire i nostri prossimi aggiornamenti. Ciò premesso, se le attuali proiezioni dovessero essere confermate, non escludiamo una fase decisamente più movimentata e, complice le temperature piuttosto basse, potrebbe tornare a fare la sua comparsa anche la neve fino a quote basse.

Dopo il 24/25 novembre aria molto fredda dalla Russia. Poi dal 27/11 attacco perturbatoDopo il 24/25 novembre aria molto fredda dalla Russia. Poi dal 27/11 attacco perturbato

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here