Serie A, Spezia-Benevento 1-1, A Gaich risponde Verde

Sanniti in vantaggio dopo 24'. Poi arriva il pari nella ripresa

Spezia Calcio

E’ un pareggio che sta stretto allo Spezia (due traverse colpite) e non rallegra neppure il Benevento: adesso sono dieci le partite di fila senza la vittoria (cinque sconfitte e altrettanti segni x).

Finisce 1-1 al Picco, almeno si muove la classifica di liguri e campani: è l’unica buona notizia di questo pomeriggio per le due formazioni.

Potevano spiccare il volo, operazione rimandata. La squadra di Italiano entra tardi nel match, i boys di Inzaghi escono presto dopo un bel primo tempo col gol dell’argentino Gaich: sarà una pedina utile nel rush finale per la salvezza. Meglio gli aquilotti nello sprint iniziale, Gyasi vola sulla sinistra e ricama centralmente dopo appena 5′ minuti per Nzola ma la sua volee finisce fuori di poco. Ma la squadra di Filippo Inzaghi si impone alla distanza, mostra i muscoli e diventa un ospite fisso dalle parti di Zoet (che ha sostituito il titolare Provedel, fermato dal Covid).

Il Benevento è sceso in campo con Montipò; Tuia (85′ Caldirola), Barba, Glik; Tello, Hetemaj, Viola, Ionita (85′ Dabo), Improta; Caprari (77′ Sau); Gaich (59′ Moncini).

L’argentino Gaich si muove con disinvoltura e al 24′ si trasforma nell’eroe di giornata nella sua prima da titolare. L’errore di Terzi in disimpegno è da matita rossa, Viola lo innesca e l’argentino fa il bomber: dribbling su Ricci e tiro sul primo palo. Il Benevento scopre di nuovo il piacevole effetto di fare gol dopo 300 minuti di astinenza.

E’ uno schiaffone che fa male allo Spezia che non convince in quello che spesso è il suo marchio di fabbrica: mancano all’appello lucidità e rapidità nel gioco, Nzola riceve rifornimenti col contagocce e così si cerca la giocata individuale. Prima del riposo Montipò respinge in tuffo la fiondata di Verde e in pieno recupero il colpo di testa da parte di Ismajli finisce alto sopra la traversa. Nella ripresa la squadra di Italiano aumenta la velocità, il Benevento finisce in apnea. E’ uno Spezia aggressivo ma anche efficace nella costruzione. Dopo 12′ minuti il colpo di testa di Gyasi sbatte sulla traversa. Prove tecniche del meritato pareggio quando al 26′ Verde capitalizza al meglio dopo una mischia davanti a Montipò su incursione di Maggiore: è 1-1. Lo Spezia accelera mentre il Beneventonon ha la forza di progettare una reazione. La seconda traversa per lo Spezia al 31′ con un perfetto colpo di testa firmato da Erlic è il segnale chiaro: meglio accontentarsi quando la dea bendata si gira dall’altra parte.

ANSA

IL TABELLINO
SPEZIA (4-3-3): Zoet; Ferrer, Ismajli, Terzi (46′ Marchizza), S. Bastoni (46′ Erlic); Estevez (64′ Maggiore), Ricci, Sena; Verde (5′ Galabinov), Nzola (58′ Farias), Gyasi.
A disp. Krapikas, Acampora, Chabot, Pobega, Vignali, Agudelo, Piccoli.
All. Vincenzo Italiano
BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Tuia (85′ Caldirola), Barba, Glik; Tello, Hetemaj, Viola, Ionita (85′ Dabo), Improta; Caprari (77′ Sau); Gaich (59′ Moncini).
A dsp. Manfredini, Lucatelli, Foulon, Pastina, Diambo, Lapadula, Di Serio.
All. Pippo Inzaghi
ARBITRO: Francesco Fourneau di Roma 1
ASSISTENTI: Stefano Liberti di Pisa e Luigi Lanotte di Barletta
IV UOMO: Matteo Gariglio di Pinerolo
VAR: Gianluca Aureliano di Bologna
A-VAR: Alessandro Costanzo di Orvieto
RETI: 24′ Gaich (B), 71′ Verde (S)
ANGOLI: Sp 3 – Bn 1
AMMONITI: 25′ Bastoni (S), 43′ Improta (B), 73′ Barba (B), 79′ Sau (B), 80′ Erlic (S), 92′ Dabo (B)
FALLI COMMESSI: Sp 13 – Bn 17
FIUORIGIOCO: Sp 3 – Bn 2
RECUPERO: 1′ pt – 5′ st

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here